menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I volontari ripuliscono Costa Ripagnola: 55 sacchi di rifiuti rimossi. Prosegue la protesta sulla legge istitutiva del parco

Diverse associazioni, tra cui i Pastori della Costa, I Gabbiani del parco di Costa Ripagnola e Legambiente, si sono riuniti questa mattina nell'area costiera del sud Barese. "Emiliano ora ripulisci la legge" si legge nei cartelli innalzati dai manifestanti

In una mattinata hanno riempito 55 sacchi di rifiuti, tra copertoni, reti, bottiglie di vetro e tanti altri materiali ingombranti e pericolosi. Hanno voluto dare così un segnale forte, i volontari del Comitato pastori della costa, che insieme a diverse associazioni - tra cui Legambiente e Gabbiani del Parco di Costa Ripagnola - si sono incontrati per ripulire una parte del parco per cui combattono da anni. 

Un'occasione anche per rilanciare la protesta relativa alla legge istitutiva del parco: "Chiediamo che si ritorni al disegno di legge approvato dalla Giunta regionale a febbraio 2020 - spiega Donato Cippone - La legge istitutiva del parco è invece peggiorativa, perché rende più facile costruire e ha diminuito il perimetro del parco". Le associazioni aveva protestato già a luglio, quando in extremis - prima del termine della legislatura - era stato istituito il Parco di Costa Ripagnola con legge approvata dal Consiglio. Ora il messaggio è ancora diretto al governatore della Regione Puglia, come dimostrano i cartelli esposti dai manifestanti durante la polizia dell'area costiera: "Emiliano ora però ripulisci la legge".

Foto Vincenza Amato

pulizia costa ripagnola-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento