rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

"Più tutele e più risorse per la sicurezza", anche a Bari la protesta del Coisp: "Manifestiamo per la dignità dei poliziotti"

In piazza Prefettura il sit-in promosso in contemporanea dal sindacato di polizia in diverse città italiane, per chiedere al governo più attenzione verso il lavoro delle forze di polizia

"Manifestiamo per la dignità, l'incolumità e il riconoscimento della professionalità dei poliziotti". Si è svolto questa mattina anche a Bari, in piazza Prefettura il sit- in di protesta indetto in tutte le città italiane dal Coisp, sindacato indipendente di polizia, per chiedere al più attenzione per le forze di polizia.

Al centro della mobilitazione, in particolare, la richiesta immediata di un adeguato stanziamento di risorse per le forze di polizia, a fronte di continui tagli e carenze. "Il Coisp - si legge in una nota diffusa per spiegare le ragioni della protesta - non può accettare una serie atteggiamenti di poca attenzione, vale a dire che si continui sulla strada intrapresa da 10 anni a questa parte, che ha portato le donne e gli uomini della Polizia di Stato a subire e patire sia dal punto di vista del riconoscimento della dignità del lavoro dei professionisti della sicurezza, sia della dignità della retribuzione salariale, valutato che oramai nel lontano 2009 è stato firmato l’ultimo Contratto Nazionale di Lavoro accettabile". "È necessario - prosegue la nota - che il Governo provveda al pagamento delle migliaia di ore di lavoro straordinario che i Poliziotti, nel 2018 e sino ad oggi, sono stati obbligati ad effettuare in eccedenza al monte ore mensile e che, inoltre, si concretizzi uno stanziamento di risorse adeguate a garantire un dignitoso rinnovo del contratto del personale della Polizia di Stato e delle altre Amministrazione chiamate a garantire la sicurezza dei Cittadini, provvedendo, nondimeno, oltre al mero significativo incremento della voce stipendiale, anche alla rivisitazione dell’emolumento relativo al lavoro straordinario e delle varie indennità che le donne e gli uomini della Polizia di Stato percepiscono, oggi in misura assolutamente irrisoria e quasi offensiva, per lo svolgimento di servizi particolari e significativamente pericolosi per la loro incolumità". "È inaccettabile - si legge ancora - che le risorse stanziate per il cd. Riordino della Carriere sia stato deviato al pagamento degli assegni di funzione per le qualifiche di base, sottraendole, peraltro, al tavolo contrattuale".

Di qui la decisione di manifestare per lanciare "un appello al Governo ed a tutte le forze politiche del Paese ai Cittadini perbene affinchè sia riconosciuto concretamente il nostro impegno e sacrificio": "Manifestiamo - è lo slogan scelto dal Coisp per la giornata di mobilitazione - perché la sicurezza è un bene di tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Più tutele e più risorse per la sicurezza", anche a Bari la protesta del Coisp: "Manifestiamo per la dignità dei poliziotti"

BariToday è in caricamento