Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Sciopero tassisti a piazza Prefettura: "No all'aumento delle licenze"

In mattinata c'è stato lo sciopero dei tassisti che hanno protestato contro la liberalizzazione del settore. Le parole di un rappresentante della categoria

Questa mattina, in una vasta zona del centro di Bari, si è avuta una parziale paralizzazione del traffico per via della manifestazione di circa 150 tassisti che, a passo d'uomo, hanno percorso un itinerario cominciato da piazza Prefettura, di fronte al Comune, per poi farvi ritorno dopo aver attraversato via Quintino Sella, via Capruzzi  via De Giosa, e Lungomare Nazario Sauro.

L'agitazione della categoria tenutasi in mattinata ha avuto luogo per protestare nei confronti delle liberalizzazioni decise dal Governo: secondo i tassisti, infatti, tale provvedimento avrebbe come effetto quello di far aumentare l'offerta al cospetto di una domanda già, a detta della categoria, piuttosto bassa. Questo è quanto emerso dalle parole di uno dei tassisti presenti a piazza Prefettura che, fermo con il suo mezzo assieme a quello di tanti altri suoi colleghi, ci dice: "La liberalizzazione è un'ulteriore aggravamento per la nostra situazione di lavoro. L'aumento delle licenze non farà altro che far diminuire il nostro lavoro che, già adesso, scarseggia. Non possiamo accettare di buon grado questa situazione: il lavoro è poco e rischiamo anche di vederlo ancora più ridotto. Se a questo aggiungiamo il fatto che il prezzo del carburante è arrivato alle stelle, si capisce come la nostra protesta sia più che giustificata".

Va sottolineato che, parallelamente allo sciopero dei tassisti, sulle arterie stradali principali della città si è registrato il blocco attuato dagli autotrasportatori che, con i loro tir, hanno creato enormi disagi alla circolazione sulla tangenziale. Il motivo della loro agitazione è il rincaro dei carburanti e delle tariffe autostradali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero tassisti a piazza Prefettura: "No all'aumento delle licenze"

BariToday è in caricamento