Impianto di condizionamento rotto, sit-in di protesta dei dipendenti del Tribunale

Avvocati e cancellieri si sono dati appuntamenti nel cortile del Palazzo di Giustizia di via De Nicola. Nei prossimi giorni potrebbero arrivare due condizionatori da piazzare nelle aule d'udienza

Sit-in di protesta, stamane, nel cortile del Tribunale di Bari, in piazza De Nicola, organizzato dai cancellieri del Palazzo di Giustizia e dal sindacato Avvocati dopo i disagi a causa del non funzionamento degli impianti di condizionamento nella sede giudiziaria cittadina: tre delle quattro elettropompe che alimentano il sistema di riscaldamento e refrigeramento sono rotti e una è in riparazione. Per il completo ripristino, di competenza del Ministero servirebbero milioni di euro e l'avvio di una gara europea. Il neopresidente della Corte d'Appello, Franco Cassano, per migliorare in parte la situazione, ha chiesto e ottenuto, nei giorni scorsi, l'autorizzazione per l'acquisto, in via d'urgenza, di due condizionatori che saranno collocati in altrettante aule d'udienza. I sindacati e i dipendenti, però, chiedono interventi adeguati e anche nuovi uffici giudiziari più moderni

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Positivo al Covid, ma era al lavoro nel negozio della moglie: attività chiusa, 56enne denunciato

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento