menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Equità con le altre Forze di Polizia": protesta dei Vigili davanti alla Regione

Numerosi agenti di Polizia Municipale e Locale hanno manifestato, in via Capruzzi, per chiedere lo sblocco della legge che fornirebbe loro più tutele. Sabatelli, segretario Sulpm-Puglia: "Parificazione per cause di servizio"

Chiedono una "equa parificazione anche per le cause di servizio rispetto anche alle altre forze di polizia": per questa e altre rivendicazioni, vigili urbani e agenti di polizia locale del sindacato Sulpm-Puglia sono scesi in piazza, questa mattina, per una protesta davanti alla sede del Consiglio regionale, in via Capruzzi. In alcune centinaia hanno raggiunto la città da tutte le province pugliesi. 

Sit-in analoghi si sono svolti nelle altre sedi dei Consigli regionali italiani, dopo la proclamazione dello stato di agitazione a livello nazionale: "Ultimamente - spiega il segretario Sulpm-Puglia, Luigi Sabatelli, agente di Polizia Municipale a San Giovanni Rotondo - la figura dell'agente locale viene strumentalizzata troppo. Stiamo sollecitando la Regione Puglia ad approvare i documenti di attuazione della legge regionale sull'argomento, accantonati da 4 mesi su pressione di altre sigle sindacali che, evidentemente hanno altri fini da salvaguardare. Questi documenti riguardano, tra l'altro, gradi distintivi, armamento e uniformi".

"Ci sentiamo di Serie B  - continua - soprattutto per quanto riguarda il riconoscimento della causa di servizio: ad esempio, nel caso di incidenti in una manifestazione pubblica, alle altre Forze dell'Ordine può essere assegnato, mentre a noi no. Vorremmo essere anche inseriti nei contratti di natura pubblicistica, anziché privatistica, in modo - conclude - da eliminare disparità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento