Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Un osservatorio contro il gioco d'azzardo, la proposta di Provincia e Fondazione Antiusura

L'inizitiva presentata oggi nel corso di un incontro al quale hanno preso parte sindaci e rappresentanti dei Comuni di Putignano, Sannicandro, Acquaviva e Binetto, la Fondazione Antiusura 'San Nicola e Santi Medici'

Un Osservatorio provinciale sul gioco d'azzardo che faccia il punto sull'impatto economico e sociale del fenomeno sul territorio barese: una proposta che il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli sottoporrà, a breve, al vaglio della Giunta e che sarà estesa anche all'Upi Puglia per coinvolgere tutte le Province pugliesi in una battaglia per la legalità. La decisione è emersa oggi al termine di un incontro convocato da Schittulli, che ha chiamato a raccolta tutte le Amministrazioni comunali del territorio per individuare e attuare, nell'ambito delle proprie competenze, interventi idonei a limitare il dilagante fenomeno.

All'incontro sono intervenuti sindaci e rappresentanti dei Comuni di Putignano, Sannicandro, Acquaviva e Binetto, la Fondazione Antiusura 'San Nicola e Santi Medici' con il presidente monsignor Alberto D'Urso, l'associazione 'Insieme contro l'Azzardo' con il coordinatore nazionale Attilio Simeone e il sociologo, Maurizio Fiasco, consulente della Consulta Nazionale Antiusura, oltre agli assessori provinciali Vito Perrelli (Trasparenza e Legalità), Giovanni Barchetti (Ambiente) e Giovanni Leonardi (Territorio). L'iniziativa punta a individuare misure da intraprendere territorialmente anche alla luce della legge regionale "Disposizioni per la prevenzione e il trattamento della patologia da gioco d'azzardo".

"La Provincia di Bari - ha affermato Schittulli - è da tempo impegnata nella lotta contro il gioco d'azzardo avendo, per prima in Italia dal giugno 2012, approvato un ordine del giorno su 'Implicazioni sociali, amministrative, etiche ed economiche rivenienti dal fenomeno del gioco d'azzardo'. Assistiamo, però, - ha continuato - ad un incremento del fenomeno che espone le famiglie a una povertà ancora maggiore in un periodo aggravato da una crisi economica senza precedenti, oltre che al rischio di finire nelle rete degli usurai. Le istituzioni non possono restare indifferenti e per questo ci siamo fatti promotori di una battaglia per la legalità che mobiliti tutti i Comuni e le altre Province pugliesi". "Ogni cittadino spende oltre mille euro l'anno per l'azzardo" ha sottolineato monsignor D'Urso per cui servono "strategie che partano dal basso, coinvolgendo direttamente Comuni, Province e Regione e che devono vedere i Sindaci al fianco dei cittadini". Così come ha fatto il Comune di Sannicandro di Bari "che - ha sottolineato il sindaco Michele Novielli - ha disposto una riduzione delle imposte comunali agli esercizi commerciali che non ospitano slot machine".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un osservatorio contro il gioco d'azzardo, la proposta di Provincia e Fondazione Antiusura

BariToday è in caricamento