menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Amianto, dalla Città metropolitana fondi per incentivare le bonifiche

L'iniziativa promossa in collaborazione con Legambiente, nell'ambito della campagna lanciata dall'associazione ambientalista: attraverso un bando, i cittadini potranno avere accesso a contributi per la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto

Un contributo fino a diecimila euro per i cittadini che intendono bonificare immobili contaminati da amianto. A mettere a disposizione i fondi, attraverso un bando, è la Città metropolitana, che ha lanciato l'iniziativa insieme a Legambiente Puglia. Un provvedimento in linea con la campagna regionale di informazione sul rischio amianto 'Puglia Eternit Free', promossa dall’associazione ambientalista e mirata alla rilevazione statistica di amianto nelle aree urbane, industriali e agricole.

Obiettivo del bando, finanziato nel complesso circa 440mila euro, è quello di incentivare la rimozione e lo smaltimento di manufatti contenenti amianto, allo scopo di promuovere il risanamento e la salvaguardia ambientale a garanzia della tutela della salute pubblica.

"Il bando promosso dalla Città metropolitana - ha affermato il vicesindaco metropolitano Michele Abbaticchio - è un’opportunità da non perdere perché dà la possibilità ai cittadini di usufruire di fondi pubblici per la rimozione dell’amianto. Abbiamo previsto un contributo massimo di 10 mila euro per un finanziamento totale a disposizione di oltre 440 mila euro. Tale iniziativa si ricollega al nostro elaborando Piano strategico che punta su aspetti fondamentali quali la tutela e la salvaguardia dell’ambiente inteso come sviluppo del territorio e del turismo e l’innovazione tecnologica, la ricerca e la promozione dei talenti".

"In una regione in forte ritardo sul fronte delle bonifiche - ha continuato Francesco Tarantini - in cui dei 1.750mila metri cubi di amianto stimati, circa 506mila sono presenti nella sola provincia di Bari, questo bando rappresenta un’occasione importante per quei cittadini che intendono bonificare ma, a causa degli elevati costi, sono impossibilitati a farlo. Un’iniziativa perfettamente in linea con gli obiettivi della nostra campagna regionale di informazione “Puglia Eternit Free”, a cui hanno già aderito 72 Comuni pugliesi, di cui 22 nella sola provincia di Bari. Informare i cittadini sui rischi sanitari connessi all’esposizione alla fibra killer è fondamentale per difendersi, ma avviare un percorso virtuoso, che parta dalle bonifiche, per proteggere la nostra salute è altrettanto indispensabile".

Potranno beneficiare del contributo soggetti privati, proprietari o amministratori/affittuari che intendono procedere alla bonifica di immobili contaminati da amianto ricadenti nell’ambito territoriale della Città Metropolitana di Bari. Il cofinanziamento è previsto per tutte le opere di bonifica delle aree contaminate dalla presenza di amianto. Il contributo è assegnato per un importo pari all’80% della spesa complessiva fino ad esaurimento fondi. Tuttavia il contributo, a fondo perduto, è riconosciuto per un importo massimo di 10mila euro. La domanda di ammissione deve essere presentata entro il 29 gennaio 2016.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lolita Lobosco, Bari in tv è bellissima ma sui social piovono critiche:"Quell'accento una forzatura, noi non parliamo così"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento