Musei, cinema, hotel e ristoranti 'family friendly': la Puglia punta sul turismo dedicato a bimbi e genitori

Presentate le linee guida del marchio 'Puglia loves family' con l'obiettivo di fornire servizi di qualità pensati a misura di mamme, papà e bambini

Dagli ingressi accessibili con i passeggini agli omogeneizzati e agli scaldabiberon, fino agli adattatori per le vaschette da bagno: la Regione punta sul turismo delle famiglie e si attrezza con il marchio 'Puglia loves family', una rete di musei, luoghi per lo spettacolo, centri culturali e alberghi certificati attraverso il rispetto di indicatori obbligatori e facoltativi. Le linee guida sono state approvate dalla Regione e presentate oggi a Bari. Il marchio intende incentivare gli operatori ad accogliere al meglio le famiglie, anche monogenitoriali, con almeno un minore fino a 14 anni, attraverso servizi speciali riguardanti accoglienza, spazi, ristorazione, tariffe e attività per bimbi.

“Minimo investimento e massimo risultato – ha spiegato Francesca Zampano, dirigente della Sezione della Promozione della Salute e del Benessere – e di fatto mettiamo un mattoncino importante per le politiche di sostegno alle famiglie. Per presentare la candidatura e conoscere in dettaglio i disciplinari basta consultare il sito family.regione.puglia.it. Abbiamo adottato una modalità dinamica e complementare: nel marchio Puglia Loves Family deve riconoscersi una sensibilità nuova e metteremo a disposizione di chi aderirà opportunità di diffusione e divulgazione di servizi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si va da un massimo di 20 indicatori obbligatori e 25 facoltativi (5 di questi necessari) per gli operatori della ricettività turistica fino a 12 obbligatori e 9 facoltativi (tre dei quali devono essere segnalati nella domanda di adesione) per le organizzazioni, pubbliche e private, che operano nel settore della cultura e dello spettacolo. Per esempio, musei, biblioteche, cinema, teatri o anche eventi temporanei che volessero aderire al network 'Puglia Loves Familyì e ottenere il marchio di qualità family friendly, dovranno dimostrare in maniera obbligatori di avere tariffe dedicate alle famiglie, un’area dedicata di parcheggio per i passeggini e fasciatoi in una zona accesibile sia alle mamme che ai papà. Tra i requisiti facoltativi invece vi è l’organizzazione di laboratori esperienziali dove i bambini anche insieme ai genitori, possano fare nuove esperienze di tipo ludico-artistico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • "Servono misure severe ovunque in Italia": anche Emiliano segue la 'via De Luca' e non esclude il lockdown

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento