Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Musei, cinema, hotel e ristoranti 'family friendly': la Puglia punta sul turismo dedicato a bimbi e genitori

Presentate le linee guida del marchio 'Puglia loves family' con l'obiettivo di fornire servizi di qualità pensati a misura di mamme, papà e bambini

Dagli ingressi accessibili con i passeggini agli omogeneizzati e agli scaldabiberon, fino agli adattatori per le vaschette da bagno: la Regione punta sul turismo delle famiglie e si attrezza con il marchio 'Puglia loves family', una rete di musei, luoghi per lo spettacolo, centri culturali e alberghi certificati attraverso il rispetto di indicatori obbligatori e facoltativi. Le linee guida sono state approvate dalla Regione e presentate oggi a Bari. Il marchio intende incentivare gli operatori ad accogliere al meglio le famiglie, anche monogenitoriali, con almeno un minore fino a 14 anni, attraverso servizi speciali riguardanti accoglienza, spazi, ristorazione, tariffe e attività per bimbi.

“Minimo investimento e massimo risultato – ha spiegato Francesca Zampano, dirigente della Sezione della Promozione della Salute e del Benessere – e di fatto mettiamo un mattoncino importante per le politiche di sostegno alle famiglie. Per presentare la candidatura e conoscere in dettaglio i disciplinari basta consultare il sito family.regione.puglia.it. Abbiamo adottato una modalità dinamica e complementare: nel marchio Puglia Loves Family deve riconoscersi una sensibilità nuova e metteremo a disposizione di chi aderirà opportunità di diffusione e divulgazione di servizi”.

Si va da un massimo di 20 indicatori obbligatori e 25 facoltativi (5 di questi necessari) per gli operatori della ricettività turistica fino a

12 obbligatori e 9 facoltativi (tre dei quali devono essere segnalati nella domanda di adesione) per leorganizzazioni, pubbliche e private, che operano nel settore della cultura e dello spettacolo. Per esempio,musei, biblioteche, cinema, teatri o anche eventi temporanei che volessero aderire al network 'Puglia Loves Familyì e ottenere il marchio di qualità family friendly, dovranno dimostrare in maniera obbligatori di avere tariffe dedicate alle famiglie, un’area dedicata di parcheggio per i passeggini e fasciatoi in una zona accesibile sia alle mamme che ai papà. Tra i requisiti facoltativi invece vi è l’organizzazione di laboratori esperienziali dove i bambini anche insieme ai genitori, possano fare nuove esperienze di tipo ludico-artistico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei, cinema, hotel e ristoranti 'family friendly': la Puglia punta sul turismo dedicato a bimbi e genitori

BariToday è in caricamento