Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Volontari in azione per "Puliamo il mondo", tre giorni di appuntamenti per la difesa dell'ambiente

Anche Bari partecipa alla manifestazione promossa da Legambiente. Dal 27 e 29 settembre i cittadini si daranno appuntamento per ripulire aree degradate e siti naturalistici

Grotta Tremaglie nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, l'Ipogeo della Caravella a Bari, Lama Balice a Bitonto, il sito archeologico ‘Tesoro’ di Adelfia, i fondali marini di Polignano a Mare. Sono i luoghi che, nel prossimo fine settimana, verranno affidati alle cure dei volontari di "Puliamo il mondo 2013" che, armati di guanti e ramazze si occuperanno di ripulirli da erbacce e e rifiuti.

L'iniziativa, giunta quest'anno alla XXI edizione, rientra nella campagna ambientale di volontariato internazionale Clean Up The World ed è organizzata in Italia da Legambiente. Dal 27 al 29 settembre, migliaia di cittadini in tutto il Paese si daranno appuntamento per ripulire e recuperare aree degradate e "diventare custodi del territorio", come recita lo slogan scelto per  questa edizione.

Gli appuntamenti pugliesi di Puliamo il Mondo sono stati presentati oggi a Bari in conferenza stampa da Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia, Angela Barbanente, Vicepresidente della Regione Puglia, Cesare Veronico, Presidente Parco Nazionale dell’Alta Murgia e Giovanni Misceo del Corpo Forestale dello Stato.

“Il protagonismo è il punto di forza di Puliamo il Mondo – ha spiegato Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – Ognuno di noi attraverso semplici ma efficaci azioni può produrre un reale cambiamento preservando e valorizzando le bellezze della nostra regione. In questi ventuno anni abbiamo ottenuto tanti importanti risultati, coinvolto migliaia di persone e cercato di diffondere l’importanza di uno stile di vita più ecosostenibile, una maggiore tutela del territorio e una corretta gestione dei rifiuti. Anche quest’anno la Puglia ha risposto con grande entusiasmo a Puliamo il Mondo – continua Tarantini  ?  e lo dimostrano le numerose iniziative che riguardano la pulizia di ipogei, lame, siti archeologici, grotte, parchi nazionali e regionali”.

 “Questa  iniziativa – ha aggiunto Cesare Veronico, presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia – oltre a dimostrare la sensibilità e la partecipazione dei cittadini e di Legambiente su un tema sensibile, vuole essere uno stimolo soprattutto nei confronti delle amministrazioni comunali e provinciali che hanno competenza diretta sulla rimozione dei rifiuti, non solo sul territorio urbano ma anche nel territorio circostante. Spesso infatti - come nel caso dell'Alta Murgia che è stato scelto, unico parco del Sud, per la Carta Europea per il Turismo Sostenibile - il territorio è oggetto di valorizzazione turistica ed è inconcepibile vedere pneumatici, elettrodomestici, rifiuti ingombranti abbandonati sul ciglio delle nostre strade panoramiche, nei nostri boschi e nei siti più suggestivi. Il Parco quest’anno torna a essere coinvolto da Puliamo il Mondo con eventi di punta presso la grotta di Tremaglie a Gravina e i siti dei diversi comuni che ricadono nel Parco stesso e che sono interessati dalle operazioni”.

L'edizione di quest'anno presenta anche una novità: è l'iniziativa “Facciamoli sgommare”, promossa da EcoTyre (Consorzio di raccolta e gestione di pneumatici fuori uso) e dal partner tecnico Hankook che si occuperanno del ritiro gratuito degli pneumatici abbandonati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontari in azione per "Puliamo il mondo", tre giorni di appuntamenti per la difesa dell'ambiente

BariToday è in caricamento