menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ceglie, volontari e studenti in azione per ripulire l'Abbazia Sant'Angelo

L'iniziativa, organizzata nell'ambito della manifestazione 'Puliamo il mondo' di Legambiente, ha coinvolto associazioni locali e i piccoli alunni dell'Istituto Comprensivo '16 CD Ceglie - SM Manzoni -Lucarelli'

Un bene di grande rilevanza storico-artistica, trasformato purtroppo in una discarica per rifiuti di ogni genere. E' quello che accade all'antica Abbazia Sant'Angelo, nel territorio del IV Municipio, a Ceglie del Campo.

Il complesso dell'Abbazia sorge su un terreno di proprietà dell'Opera Pia, su cui era prevista la realizzazione di una struttura, mai completata e oggi in totale stato di abbandono.

Il sito è stato ieri la 'meta' di un'iniziativa di sensibilizzazione organizzata dal Circolo Legambiente Area Metropolitana di Bari legambiente-3-2nell'ambito della manifestazione 'Puliamo il mondo'. Insieme ai volontari di Legambiente, hanno preso parte alla mattinata dedicata alla pulizia del sito anche associazioni del territorio, come il Comitato spontaneo "Cittadini insieme per..." , l'associazione Cillia Universitas e i piccoli alunni dell’Istituto Comprensivo "16 CD Ceglie – SM Manzoni –Lucarelli". L'attività ha visto anche il supporto di Amiu, necessario alla luce della grande quantità di rifiuti presenti sul posto: non solo rifiuti 'domestici', ma anche scarti edilizi, materiale plastico, tubi, vecchi elettrodomestici.

Le iniziative dek Circolo Legambiente dell’Area Metropolitana di Bari  sul territorio del IV Municipio proseguiranno anche domani, domenica 25 settembre: insieme ai volontari dell’associazione “Progetto Carbonara” si procederà alla pulizia di un tratto della Strada La Grava, nelle vicinanze dell’ipogeo di Strada Martinez, luogo frequentato dai runner della zona e noto anche per i suoi beni culturali ed archeologici in stato di abbandono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento