Cronaca Terlizzi

Finito il lockdown, il 15enne Giuseppe pensa subito all'ambiente: ripulite 5 strade a Terlizzi in una settimana

Il giovane volontario del gruppo 'PuliAmo Terlizzi' non si è perso d'animo dopo il lockdown e in quattro giorni ha raccolto i rifiuti in totale solitudine

L'amore per l'ambiente non conosce età. Lo sa bene Giuseppe De Nicolo, 15enne terlizzese che ha deciso di dedicare una parte delle sue giornate a ripulire le strade e aree verdi della sua città, insieme agli altri volontari dell'associazione 'Puliamo Terlizzi'. E dopo il lockdown, che lo ha costretto in casa senza possibilità di muoversi, è tornato a percorrere le strade armato di guanti, pinze e bustoni della spazzatura.

Collezionando tre diverse operazioni di pulizia in meno di una settimana: il 6 maggio ha raccolto i rifiuti in contrada Paradiso, contrada Fondo Rotondo e via Confreda; venerdì 8 maggio si è concentrato su via Macello e sabato 9 maggio è stata invece la volta di contrada Pozzo Libero. Azioni solitarie, ma coordinate dal presidente di Puliamo Terlizzi, Francesco Paolo Barile. I video e le foto inviati alla redazione non mentono: i rifiuti sono finiti nei sacchi della spazzatura e le bottiglie di vetro sono state accuratamente accatastate per poi essere riciclati correttamente. Una medaglia al merito per il giovane studente del liceo classico 'Sylos-Fiore' di Terlizzi.

"C'è chi nella fase 1 non ha mai smesso di inquinare il territorio e poi c'è lui, il nostro piccolo ma grandissimo Giuseppe - scrivono i volontari di 'PuliAmo Terlizzi' - Nella fase 2 ha scelto come sport la 'camminata con raccolta di rifiuti'. Un simbolo e uno sprone per tutti noi a continuare l'opera di risanamento del nostro habitat".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finito il lockdown, il 15enne Giuseppe pensa subito all'ambiente: ripulite 5 strade a Terlizzi in una settimana

BariToday è in caricamento