Cronaca

Punta Perotti, via libera del Consiglio: sui terreni si potrà tornare a costruire

Passa la delibera relativa all'adeguamento del piano regolatore al piano per il paesaggio. Un emendamento presentato dalla maggioranza apre la strada al progetto presentato qualche settimana fa dai proprietari dei suoli

E' arrivato ieri sera l'ok definitivo del Consiglio comunale (con 18 voti favorevoli) alla delibera di adeguamento del Piano regolatore generale al Putt/p, il piano urbanistico per il paesaggio. Un atto atteso soprattutto per le conseguenze che la sua approvazione avrà sul futuro dell'area di Punta Perotti.

In sostanza, grazie ad uno dei quattro emendamenti presentati dalla maggioranza, a firma del sindaco Emiliano, sui terreni di Punta Perotti si potrà tornare a costruire, ma solo secondo precise prescrizioni e nell'ambito di quanto previsto dai piani di "rigenerazione urbana". Una sorta di compromesso, insomma, per evitare nuove contese giudiziarie con i costruttori e allo stesso tempo non cancellare del tutto il parco sorto sette anni fa dalle macerie dell'"ecomostro".

Di fatto, la delibera approvata ieri apre la strada al progetto di riqualificazione presentato qualche settimana fa dal Consorzio Parco Perotti, appositamente costituito tra le società Sudfondi e Mabar, proprietarie dei suoli. Il progetto, redatto dallo studio Ottavio Di Blasi & Partners di Milano, prevede, tra le altre cose, la realizzazione di un parco urbano di circa 200mila metri quadri, e la realizzazione di nuovi edifici, ma più bassi rispetto a quelli realizzati in precedenza e allineati ai fabbricati già esistenti.

Critiche in aula da parte dell'opposizione, che ha contestato la generale impostazione della delibera, accusata di ridurre eccessivamente le possibilità di costruire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Perotti, via libera del Consiglio: sui terreni si potrà tornare a costruire

BariToday è in caricamento