Cronaca

Punta Perotti, i proprietari presentano un nuovo progetto per la riqualificazione

Il progetto è stato presentato dal Consorzio Parco Perotti, costituito dalle società Sudfondi e Mabar e prevede, tra le altre cose, anche la realizzazione di un parco di circa 200mila metri quadri

Un progetto per riqualificare l'area su cui sorgevano i palazzi di Punta Perotti, confiscati e poi abbattuti nel 2006, e "risolvere i contenziosi" aperti con il Comune. Lo hanno presentato ieri i proprietari dei suoli, che dopo una lunga vicenda giudiziaria, hanno ottenuto la restituzione dell'area, mentre lo Stato italiano è stato condannato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo a pagare un risarcimento di diversi milioni di euro.

Il progetto è stato presentato dal Consorzio Parco Perotti, appositamente costituito tra le società Sudfondi e Mabar, che hanno chiesto la convocazione di una conferenza preliminare di servizi  sul tema, ed è accompagnato da uno studio di fattibilità redatto dallo studio Ottavio Di Blasi & Partners di Milano. Il piano per la riqualificazione dell'area prevede, tra le altre cose, la realizzazione di un parco urbano di circa 200mila metri quadri, e la realizzazione di nuovi edifici, ma più bassi rispetto a quelli realizzati in precedenza e allineati ai fabbricati già esistenti. Prevista anche la ricucitura tra la costa e il quartiere di Japigia attraverso la riconversione del tracciato ferroviario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Perotti, i proprietari presentano un nuovo progetto per la riqualificazione

BariToday è in caricamento