Cronaca

Punta Perotti, no del Tribunale al risarcimento da 570 milioni

Respinta la richiesta presentata dai Matarrese. Il giudice ha ritenuto sufficiente la restituzione dei suoli e il risarcimento già riconosciuto dalla Corte europea dei diritti dell'uomo

Nessun nuovo risarcimento ai Matarrese per la vicenda di Punta Perotti. E' arrivata ieri la decisione del Tribunale di Bari sulla richiesta di risarcimento danni per 570 milioni avanzata dai Matarrese nel 2006 nei confronti di Comune di Bari, Regione Puglia e ministero dei Beni culturali.

Nel motivare la sentenza, il giudice della terza sezione civile Oronzo Putignano ha ripercorso le fasi della complessa vicenda giudiziaria, facendo riferimento alla sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo (che ha riconosciuto alle imprese costruttrici un risarcimento di 49 milioni, ndr) e alla restituzione dei suoli, che per il giudice rappresenterebbe già una riparazione del danno.

Respinta anche la domanda riconvenzionale del Comune, che aveva a sua volta chiesto alla Sud Fondi il risarcimento sia delle spese di abbattimento che del danno di immagine, per circa 100 milioni di euro.

Nei prossimi giorni i legali della società Sud Fondi valuteranno se impugnare la decisione del giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Punta Perotti, no del Tribunale al risarcimento da 570 milioni

BariToday è in caricamento