Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Strisce incomplete o 'fantasma': attraversare le strade baresi diventa un rischio

Dal Centro a Japigia: tanti, troppi punti della città necessitano manutenzione immediata. Sul Lungomare Nazario Sauro alcune situazioni critiche nelle vicinanze di Piazza Diaz. Da rifare anche gli attraversamenti dell'Estramurale

Sbiadite, a metà o, se preferite, ridotte a pochi centimetri, raramente rese più evidenti e sicure con uno sfondo rosso. Di quartiere in quartiere, lo stato delle strisce pedonali in città, non è dei migliori. Da Japigia a San Pasquale, toccando il centro murattiano e persino il Lungomare: tanti, troppi i punti dove sarebbe necessario intervenire, a tutela dei pedoni, in vie nevralgiche della città. 

Basta davvero compiere quattro passi in zone diverse, per accorgersi di quanto ci sia da lavorare. Stupisce, ad esempio, notare come in incroci  critici, come sull' Estramurale Capruzzi, o lo stesso Lungomare Nazario Sauro, dove è più frequente l'usura del manto stradale per il passaggio di auto, bus e furgoni, vi siano attraversamenti poco visibili persino alla luce del sole. Se poi ci mettiamo la pioggia, sulla stessa lunghezza d'onda di quella caduta negli ultimi giorni, ecco come possano crescere i rischi per la sicurezza. 

Spesso, poi, i lavori di rifacimento stradale, lasciano un effetto cromatico curioso, ovvero metà carreggiata con il nuovo strato di asfalto , mentre il resto rimane sbiadito, col risultato di avere una striscia che termina proprio al centro. La soluzione più semplice (ma costosa), sarebbe applicare uno sfondo rosso sotto le normali strisce, in modo da renderle più visibili. Bisogna comunque recuperare anni di immobilismo e risparmio di risorse: a Bari, più che altrove, il taglio dei finanziamenti statali, è stato ammortizzato limitando (e di molto) la manutenzione delle strade.

L'aria, però, sembra in procinto di cambiare: già lo scorso anno, sono stati ripristinati finanziamenti per rifare le vie cittadine. Nell'attesa. comunque non resta che attraversare con attenzione e sperare, incrociando le dita, di 'guadare' il fiume nero senza conseguenze.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strisce incomplete o 'fantasma': attraversare le strade baresi diventa un rischio

BariToday è in caricamento