Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Picone / Viale Louis Pasteur

Quartierino, arriva il semaforo a chiamata in viale Pasteur

Da tempo chiesto dai residenti per l'attraversamento in sicurezza della strada, è stato inaugurato questa mattina

E' stato inaugurato questa mattina il nuovo semaforo a chiamata per pedoni in viale Pasteur, ad angolo con via Chieco, da tempo atteso dai residenti del Quartierino.

Il nuovo impianto semaforico, realizzato con un investimento complessivo di 20mila euro, è dotato di lampade a led, come anche i proiettori che illuminano le strisce pedonali nelle ore notturne per far sì che sia maggiormente visibile la zona di attraversamento pedonale. Il tempo per l’attraversamento dei pedoni è di circa 25 secondi. I lavori hanno anche interessato una modifica della segnaletica orizzontale esistente, inserendo in corrispondenza delle strisce pedonali anche delle fasce di arresto disegnate all’altezza del semaforo a chiamata.  

Contestualmente è stato installato anche un semaforo su via Chieco, dotato di spire a pavimento che, percependo la presenza di autoveicoli in coda, fanno sì che scatti la lampada rossa dell’impianto di viale Pasteur solo nella direzione di marcia verso il sottopassaggio, in modo da consentire alle auto di via Chieco di svoltare a destra su viale Pasteur con facilità.

“Questo è un intervento molto atteso dal comitato dei residenti del Quartierino che da anni chiedevano maggiore sicurezza per i pedoni che attraversano viale Pasteur - ha dichiarato Giuseppe Galasso -. Si tratta di un impianto semaforico che, oltre a favorire l’attraversamento dei pedoni, divenuto più difficile a seguito della maggiore fluidità della strada  per la diminuzione del traffico su viale Pasteur determinata dall'apertura del ponte dell'Asse Nord-Sud, agevola anche la svolta delle automobili che da via Chieco si immettono su viale Pasteur. Quindi, attraverso una serie di accorgimenti, siamo riusciti a risolvere due diversi problemi, conseguendo peraltro anche un significativo risparmio dei costi di gestione. Mi riferisco, in particolare, ai nuovi proiettori installati sotto i cartelli, dotati di nuova tecnologia led, che aiuteranno gli utenti della strada ad individuare meglio la presenza dell'attraversamento pedonale, garantendo un buon contrasto visivo in conformità alle norme vigenti, sviluppando una potenza energetica di soli  140 Watts contro i 300 Watts dei sistemi tradizionali, con un risparmio di oltre il 50%. Ancora più vantaggioso sarà il risparmio energetico nel funzionamento dei semafori che, avendo lanterne a led, hanno una potenza complessiva di appena 140 Watts e generano un consumo energetico dell’85% in meno rispetto a quelli con lampade tradizionali a tungsteno, che stiamo rimuovendo progressivamente in tutta la città”.

“Siamo particolarmente soddisfatti per questo intervento - ha commentato Andrea Dammacco - per cui il Municipio II si era espresso anche attraverso una delibera che raccoglieva proprie le richieste dei residenti. Quindi abbiamo mantenuto un impegno istituzionale preso direttamente con i cittadini. Da oggi i residenti del Quartierino potranno attraversare in sicurezza viale Pasteur, un’arteria stradale su cui spesso le automobili transitano a velocità sostenuta”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartierino, arriva il semaforo a chiamata in viale Pasteur

BariToday è in caricamento