rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

La voce dei ragazzi per combattere il femminicidio: 'radio Indifesa' in tour nelle scuole pugliesi

Si tratta del progetto 'Indifesa' in collaborazione con Terres des hommes. "A Bari registreremo 10 podcast sul tema dal liceo Fermi" spiega la co-coordinatrice Linda Luciani

Affrontare il discorso della violenza di genere e il femminicidio giovanile attraverso la voce dei ragazzi, sfruttando al massimo le potenzialità di diffusione date da internet e la 'spontaneità' della radio. Nasce così il progetto di 'Radio Indifesa', organizzato in collaborazione con la webradio Kreattiva e con Terres des Hommes per coinvolgere con attività mirate studenti, cittadini e amministrazioni locali, chiamati a far la loro parte nella protezione delle bambine e le ragazze.

Un podcast contro la violenza di genere al Fermi

Nella provincia barese il progetto avrà la sua sede principale all'interno del liceo scientifico Fermi, dove una classe è stata 'fornita' di microfoni, sedie e connessione internet per registrare un podcast sul tema, diretto dagli stessi alunni seguendo i principi del 'Toolkit Indifesa', un pdf con tutte le informazioni necessarie per lanciare un messaggio chiaro contro discriminazioni, violenza di genere e stereotipi, che ancora oggi fanno tante vittime all'interno del territorio. Ne sono un tragico esempio Noemi e Nicolina, le due adolescenti uccise a Specchia (in provincia di Lecce) e ad Ischitella (nel Foggiano). "Al Fermi partiremo la prossima settimana con gli incontri, della durata di due ore, durante il quale sarà registrato il podcast" spiega Linda Luciani, co-coordinatrice del progetto 'Radio Indifesa'. "In totale saranno 10 - prosegue - e ospiteranno di volta in volta esperti del settore, interviste telefoniche a persone che vorranno lasciare la loro testimonianza sulla violenza di genere, politici e rappresentanti istituzionali che sono al nostro fianco in questa battaglia contro il femminicidio". 

La Giornata mondiale delle bambine a Bari

I podcast saranno poi caricati sul portale della webradio Kreattiva, così da poter essere ascoltati dagli altri studenti sul territorio e in generale a chiunque sarà interessato ad approfondire queste tematiche. "Gli incontri proseguiranno fino a fine novembre - spiega la Luciani - e serviranno ad avere il massimo coinvolgimento delle realtà pugliesi alla manifestazione in programma l'11 ottobre a Bari in occasione della Giornata mondiale delle bambine". 

L'evento sarà ospitato in piazza Cesare Battisti e vedrà le redazioni di radio Kreattiva in Puglia (oltre al Fermi, presenti anche a Maglie, Taranto e Foggia) effettuare una diretta in sinergia dalla piazza. Inoltre saranno presentati anche i principi del 'Manifesto Indifesa', al quale hanno aderito già 36 Comuni italiani, tra cui Bari. "“Nel nostro Manifesto abbiamo elencato una serie di proposte che, pur in un periodo di ingenti tagli ai servizi, riteniamo fattibili per avere una città attiva nella prevenzione della violenza di genere e nella protezione dei bambini da su sexting, bullismo e cyberbullismo”, dichiara Paolo Ferrara, il responsabile Comunicazione Terre des Hommes.

L'11 ottobre la piazza ospiterà quindi le realtà scolastiche del territorio (al momento su Bari hanno aderito gli istituti Fermi e Salvemini) che abbracciano i temi del manifesto. "Gli studenti che lo vorranno - spiegano da Radio Kreattiva - potranno 'mettere in scena' la battagia alla violenza di genere con rappresentazioni, flash mob e altre iniziative. Sarà una manifestazione partecipata aperta ai ragazzi: da loro deve partire il messaggio di contrasto a tutte le disparità verso le donne, che Terres des Hommes persegue da sei anni". La parola al centro di tutto, come simboleggiano i megafoni arancioni di carta che verranno distribuiti durante la campagna. "L’arancione - spiega in una nota Terre des Hommes - oltre ad essere stato il colore che ha caratterizzato varie rivoluzioni, vuole essere un segnale di rottura degli stereotipi di genere, che impongono il rosa come il colore delle bambine ed è, da anni, il colore scelto da Terre des Hommes e dalle Nazioni Unite per dire NO alla violenza di genere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce dei ragazzi per combattere il femminicidio: 'radio Indifesa' in tour nelle scuole pugliesi

BariToday è in caricamento