Cronaca

Raffaele Sollecito diventa imprenditore: la sua startup si occuperà di defunti

A metà tra e-commerce e social network per commemorare chi non c'è più: il 31enne di Giovinazzo, assolto in via definitiva per l'omicidio Kercher, ha presentato il suo progetto presentato a margine degli eventi organizzati per il Festival di Sanremo

Un portale per acquistare servizi online, come la pulizia della lapide o fiori da inviare sulla tomba del proprio caro che si trova a chilometri di distanza. Ma anche uno spazio 'social' per commemorare il proprio defunto, e condividere il suo ricordo con altri parenti, convidendo foto e filmati. Un progetto a metà tra e-commerce e social network, quello che ha come protagonista Raffaele Sollecito. 

Definitivamente assolto nel marzo 2015 dalla Cassazione nel processo sull'omicidio di Meredith Kercher, che lo vedeva imputato insieme ad Amanda Knox, il 31enne ingegnere di Giovinazzo diventa imprenditore e si prepara al lancio della sua attività, 'Be on Memories'. La startup, che grazie alla partecipazione ad un bando sarà finanziata con 66mila euro dalla Regione Puglia, è stata presentata oggi a Sanremo, a margine degli eventi legati al Festival della Canzone Italiana. Sollecito ha spiegato che l'idea aveva cominciato a prendere forma già nel 2005, con la scomparsa di sua madre. Per il momento, ha spiegato Sollecito, il sito è ancora in fase di collaudo, ma la startup - ha annunciato - sarà operativa all'inizio di marzo.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffaele Sollecito diventa imprenditore: la sua startup si occuperà di defunti

BariToday è in caricamento