rotate-mobile
Cronaca

Ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore: la Procura apre inchiesta

Il decesso ieri al 'Giovanni XXIII': la piccola paziente non si sarebbe più svegliata dopo l'operazione a causa di un attacco di febbre molto alta. Avviata un'indagine per omicidio colposo, al momento a carico di ignoti

Muore a 12 anni, dopo essere stata sottoposta ad un'operazione per la riduzione di una frattura al femore. E' accaduto ieri nell'ospedale pediatrico barese 'Giovanni XXIII'. Secondo quanto si è appreso, la piccola paziente non si sarebbe più svegliata dopo l'intervento a causa di una ipertermia maligna, ovvero un attacco di febbre molto alta, fino ai 44 gradi.

Il ricovero e il decesso

La ragazzina, di origini colombiane e adottata da una coppia italiana da 6 anni - secondo quanto riferito da genitori e fonti sanitarie - sarebbe arrivata nel tardo pomeriggio di ieri al pronto soccorso del Policlinico, con una frattura al femore riportata durante una caduta. Di lì sarebbe stata poi indirizzata al 'Giovanni XXIII': operata d'urgenza nel reparto di ortopedia pediatrica, non si è più risvegliata. 

Le indagini e l'ipotesi di omicidio colposo

Nel fascicolo aperto dalla Procura di Bari l'ipotesi, per il momento a carico di ignoti, è di omicidio colposo. Su disposizione del pm di turno Bruna Manganelli, i carabinieri dovranno acquisire le cartelle cliniche per valutare la posizione dei medici coinvolti. Il magistrato valuterà poi l'iscrizioni nel registro degli indagati e disporrà l'autopsia. Le indagini dovranno accertare in particolare quali siano state le cause dell'infiammazione e dell'ipertermia maligna che ha poi provocato il decesso.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina di 12 anni muore dopo intervento al femore: la Procura apre inchiesta

BariToday è in caricamento