Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Costretta ad aprirsi la rampa per salire sul bus Amtab, la denuncia di una ragazza in carrozzina: "Già successo più di una volta"

 

"Io faccio l'autista" e "chi accompagna si deve prendere quella briga", ovvero alzare la leva accanto alla porta d'ingresso del bus per far aprire la pedana e consentire a una carrozzina di salire sul mezzo. La storia vede protagonista, suo malgrado, Mariangela, una studentessa 18enne affetta da atrofia muscolare spinale. La giovane era alla fermata aspettando in viale Einaudi il bus numero 22 in compagnia di un'amica, quando, al momento di salire sul mezzo Amtab, aveva chiesto aiuto al conducente di azionare la passerella e salire con la sua carrozzina elettronica: "Si è rifiutato di aprirmi la pedana - racconta Mariangela a BariToday - dicendo che lui fa l’autista ed è briga di chi mi accompagna aprire e chiudere la pedana”. 

E così è stata l'amica della 18enne ad attivare la leva e consentire a Mariangela di salire il bus. Il tutto è stato immortalato in un video da loro girato e pubblicato sulla bacheca Facebook del sindaco Antonio Decaro. Non sarebbe però la prima volta che accade: "Mi è già successo - a giugno con la linea 12 e a fine agosto con un bus della linea 22. Ormai per me prendere il pullman è come giocare alla lotteria - commenta amaramente - dipende sempre dal buon senso dell’autista se riesco o meno a salire. Quello che dovrebbe essere un mio diritto alla fine, spesso, mi viene negato o fatto pesare".

La risposta del Comune

Lo staff del sindaco le ha risposto attraverso un messaggio sotto il video da lei pubblicato: "A seguito della segnalazione - spiegano -  sono in corso dovute verifiche" da parte di Amtab." Intanto è stato firmato dal Direttore Generale dell'azienda un ordine di Servizio indirizzato a tutto il personale di guida perché si presti sempre massima attenzione alla salita e discesa di persone in carrozzina, fornendo assistenza alla fermata e aiutando il cittadino, in mancanza di un accompagnatore, assicurandosi che la carrozzina sia trattenuta dalla cintura o sbarra di sicurezza del posto dedicato". Questione di procedure, ma anche, a volte, di sensibilità.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento