Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca Murat / Piazza Aldo Moro

Sola e incinta, si aggirava in stazione: giovane soccorsa dalla Polfer

La ragazza, una 22enne georgiana, ha avvicinato gli agenti per chiedere informazioni, poi è scoppiata in lacrime: ai poliziotti ha raccontato di essere stata abbandonata dal suo compagno, senza denaro e senza un posto dove andare

Sola e incinta, vagava nella stazione centrale di Bari fino a quando ha avvicinato due agenti della Polfer, chiedendo informazioni su alcuni orari ferroviari. Subito dopo però la giovane, una 22enne georgiana, è scoppiata in lacrime. Accompagnata negli uffici della polizia, la donna è stata affidata ad una agente, alla quale, dopo essere stata rifocillata, ha confidato quello che le era successo. La giovane ha riferito di essere incinta  di uomo italiano, residente in un paese della cintura barese, e che, dopo un diverbio con lo stesso, era stata mollata in Stazione, mentre lui era partito con un treno per il nord Italia, lasciandola senza denaro e senza un posto dove poter dimorare.

Mentre riferiva  la sua storia, la donna lamentava forti dolori addominali, per cui gli agenti, considerato il suo stato di gravidanza, hanno fatto intervenire un’ambulanza del Servizio Sanitario 118 che l’accompagnava presso il Reparto di Ostetrica e Ginecologia del Policlinico. Qui veniva visitata e successivamente dimessa, in quanto non vi erano, fortunatamente, complicazioni per la gravidanza.

Gli agenti hanno poi provveduto a contattare il Pronto Intervento Sociale del Comune di Bari, i cui operatori, portatisi nottetempo in Stazione, si sono presi cura della ragazza, collocandola in una casa protetta.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sola e incinta, si aggirava in stazione: giovane soccorsa dalla Polfer

BariToday è in caricamento