Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Pesta la compagna in strada, la brutale aggressione ripresa da un cellulare: in carcere pregiudicato 45enne

Dopo la segnalazione del video finito in rete, la polizia è riuscita ad identificare l'uomo e ricostruire l'accaduto: la Procura ne ha quindi chiesto e ottenuto l'arresto. La vittima aveva scelto di non denunciare

E' stato arrestato ieri dalla polizia, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Bari, il 45enne pregiudicato barese accusato di aver aggredito e picchiato, alcune sere fa, la convivente 23enne. L'uomo dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia.

Le immagini della brutale aggressione, avvenuta in strada al quartiere Libertà, con la vittima schiaffeggiata, quindi presa a calci, pugni  e sputi sull'asfalto, erano finite sui social network. Grazie ad una segnalazione, la polizia, la sera dello scorso 11 aprile, venuta a conoscenza del video, è quindi riuscita a risalire al luogo dell'aggressione e successivamente a rintracciare la vittima: una ragazza di 23 anni che conviveva da circa sette mesi con un uomo di 45 anni, autore dell'aggressione.

La giovane donna, pur confermando ai poliziotti di essere la vittima dell'aggressione, aveva tuttavia sminuito l'accaduto, riferendo che si era trattato di un fatto del tutto episodico dovuto ad un momento di gelosia generato peraltro da lei stessa. Aveva quindi rifiutato di formalizzare denuncia nonché di allontanarsi da quell'abitazione, nonostante l'invito rivoltole a più riprese dagli agenti intervenuti e dalla stessa mamma. 

Le successive e immediato indagini, tuttavia, hanno consentito di appurare, con elementi utilizzabili in dibattimento, che in realtà la donna sarebbe già stata vittima di analoghe condotte da parte del suo convivente. E' stata quindi formalizzata una dettagliata informativa che ha consentito al P.M. della Procura di Bari di richiedere al Gip l'emissione di un provvedimento cautelare restrittivo a carico dell'uomo. Ieri, il Gip, su conforme richiesta del P.M., ha quindi emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del 45enne. Questi, rintracciato presso il suo domicilio dove si trovava con la vittima, è stato condotto negli uffici della Questura e al termine delle formalità di rito condotto in carcere a Bari. Le indagini intanto vanno avanti al fine di acquisire altri elementi probatori a supporto del quadro indiziario ipotizzato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesta la compagna in strada, la brutale aggressione ripresa da un cellulare: in carcere pregiudicato 45enne

BariToday è in caricamento