menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzina stuprata da cinque ragazzi, il 'branco' nel porto da un cancello rotto

Proseguono le indagini sulla violenza sessuale subita da una 15enne, martedì sera, all'interno dell'area portuale. Gli inquirenti hanno sequestrato i cellulari agli indagati, alla ricerca di indizi utili

Sarebbero entrati nell'area portuale di Bari attraverso un cancello rotto i giovani accusati di aver stuprato una 15enne, nella serata di martedì 2 agosto: proseguono, infatti, le indagini dei Carabinieri coordinati dai pm Filoni e Plotino, rispettivamente di Procura ordinaria e per i minori. Cinque, al momento, gli indagati, tra cui l'ex fidanzato della ragazzina che sarebbe stata da lui adescata con la scusa di voler mangiare insieme un gelato. Lo stupro sarebbe avvenuto nel cortile incustodito degli uffici portuali di Sanità marittima, utilizzato come parcheggio.

Le indagini: al setaccio i cellulari dei cinque

Gli inquirenti, dopo aver sequestrato i cellulari ai ragazzi, indagati per violenza sessuale di gruppo, stanno passando al setaccio messaggi e telefonate per ricostruire i movimenti prima, durante e dopo l'orario in cui si sarebbe consumata la violenza, ovvero le 22. Le telecamere di videosorveglianza delll'area portuale e delle zone limitrofe potrebbero aver registrato indizi utili alle indagini.

Saranno anche esami comparativi su tracce di dna ad accertare la presunta violenza sessuale. I Carabinieri hanno infatti sequestrato gli indumenti che la presunta vittima e i cinque ragazzi indossavano quella sera, oltre a campioni prelevati sulle due auto su cui sarebbe avvenuta la violenza e sul manto stradale, oltre alle cicche di sigarette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento