Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Bitritto

Armato di taglierino, rapinò banca a Bitritto: incastrato dalle telecamere

Il colpo lo scorso 1° dicembre: in manette è finito un 23enne di Cerignola, già noto alle forze dell'ordine. Puntando l'arma alla gola di una dipendente, svuotò le casse, impossessandosi di circa 10mila euro

Puntando un taglierino alla gola di una dipendente, svaligiò le casse di una banca in pieno centro a Bitritto. Ma le immagini registrate dalle telecamere di video sorveglianza hanno permesso ai carabinieri di identificarlo e arrestarlo. Il presunto responsabile del colpo, avvenuto lo scorso 1° dicembre, è un 23enne di Cerignola, già noto alle forze dell'ordine, arrestato con l'accusa di rapina aggravata.

Minacciando la donna con l'arma, si era impossessato del denaro presente in due casse - pari a circa 10mila euro - nascondendolo nelle tasche del giubbotto e dei pantaloni. Poi, senza mollare la cassiera, si era diretto verso l’uscita e soltanto aver intimato l’apertura della porta di emergenza, aveva finalmente liberato dalla morsa la donna, colpendo anche con un calcio il direttore, per poi dileguarsi.

Le indagini dei carabinieri, basate principalmente sulla visione dalle immagini impresse dalle telecamere di videosorveglianza installate all’interno dell’istituto di credito, hanno consentito l’identificazione del rapinatore, deferito in stato di libertà e raggiunto, l’altro giorno, dal provvedimento cautelare spiccato dall’Autorità Giudiziaria. Il 23enne si trova ora rinchiuso nel carcere di Foggia, essendo stato catturato a Cerignola dai militari della Stazione di Bitritto, coadiuvati dai militari del posto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Armato di taglierino, rapinò banca a Bitritto: incastrato dalle telecamere

BariToday è in caricamento