Rapina a mano armata a 'Compro oro', tre arresti per il colpo da 15mila euro a Corato

L'assalto lo scorso 11 gennaio: tre persone - due in carcere, una ai domiciliari - sono state arrestate questa mattina dalla Guardia di Finanza

Un colpo studiato a tavolino, messo a segno dopo "un’attenta pianificazione e perlustrazione dei luoghi": avrebbero agito così i tre uomini arrestati questa mattina dalla Guardia di Finanza di Bari con l'accusa di essere i responsabili di una rapina a mano armata messa a segno a gennaio scorso in un 'Compro oro' di Corato. I tre arrestati (due in carcere, uno ai domiciliari) sono un 42enne di Barletta, un 32enne di Molfetta e un 28enne di Terlizzi: rispondono di concorso in rapina aggravata e porto illegale di arma comune da sparo. Un quarto soggetto è, invece, indagato a piede libero per favoreggiamento reale avendo aiutato i tre autori della rapina ad assicurare il prodotto del reato, denaro contante e gioielli, per un valore di circa 15mila euro.

VIDEO: I MALVIVENTI IN AZIONE E LE IMMAGINI DEL BLITZ

Il colpo e le indagini

L’esecuzione dei provvedimenti cautelari costituisce l’epilogo dell’articolata e complessa attività di indagine (denominata “Lo specchio della verità”) svolta dai militari del G.I.C.O. Bari i quali - nonostante l’aspetto travisato degli autori della rapina a mano armata e l’utilizzo di un motociclo con targa contraffatta (con targa AA12345) - sono riusciti, attraverso l’esame di innumerevoli fotogrammi estrapolati dalle immagini di diversi circuiti di videosorveglianza e l’incrocio dei dati delle intercettazioni e dei tabulati telefonici, a individuare i responsabili della violenta azione delittuosa. Ai fini dell’individuazione degli autori della rapina è risultata determinante la collaborazione fornita dal G.I.C.O. di Bari, che costituisce un’articolazione della Guardia di Finanza ad alta specializzazione nelle investigazioni di polizia giudiziaria, economica e finanziaria, a contrasto dei reati di criminalità organizzata, del terrorismo nazionale e internazionale e del finanziamento dello stesso, nonché del traffico di sostanze stupefacenti e di armi. 

"Pianificavano altri affari illeciti"

Inoltre, le investigazioni svolte successivamente alla commissione della rapina hanno fatto emergere come i soggetti sottoposti a misura cautelare stessero verosimilmente accordandosi per commettere ulteriori reati della stessa indole o in materia di stupefacenti (le “magliette bianche” e “prevendita”), come si desume da talune conversazioni sia pure caratterizzate da un linguaggio criptico ed allusivo (“due o tre discorsi veloce, veloce”…”un buon lavoro da fare”), atteso che nessuno dei soggetti intercettati vendeva abbigliamento o gestiva “prevendite”.

Le perquisizioni

Le perquisizioni eseguite presso le abitazioni degli indagati - con il supporto delle unità cinofile del Gruppo Pronto Impiego nonché di un elicottero della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Bari - che hanno consentito, allo stato, di rinvenire lo scooter e l’abbigliamento utilizzato per l’esecuzione della rapina, 1 pistola a salve, 3 bilancini di precisione e bustine per il confezionamento di sostanza stupefacente.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

* Ultimo aggiornamento ore 12.30 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento