menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assalti armati a furgoni portavalori sull'A14: blitz della Polizia, cinque persone fermate

Gli arresti sono stati eseguiti nelle province di Bari, Barletta-Andria-Trani e Foggia. Scoperta una 'base operativa' in un ex vivaio di Stornarella dove sono state rinvenute armi assieme a giubbotti antiproiettile

Cinque persone sono state fermate dalla Polizia Stradale di Bari poiché ritenute responsabili di far parte di un sodalizio criminale dedito alle rapine nei confronti dei furgoni portavalori sulle autostrade pugliesi. In manette sono così finiti, su disposizione della procura di Trani, cinque pregiudicati residenti nelle province di Bari, Bat e Foggia. L'operazione è stata messa a segno anche grazie al contributo delle e delle Squadre Mobili di Bari e Foggia e dei Reparti Prevenzione Crimine di Bari e San Severo.

A novembre l'assalto vicino Canosa

Le indagini sono cominciate dopo un colpo avvenuto lo scorso 20 novembre sull'A14, all'altezza di Canosa: in quell'occasione, una decina di persone, travisate con passamontagna, assaltarono un furgone sparando numerosi colpi d'arma da fuoco, impossessandosi di valori e altri oggetti.

Le Forze dell'Ordine sono così intervenute per impedire che si verificasse un altro assalto simile, in base a quanto sarebbe emerso dalle attività investifative. Nel corso del blitz di oggi, gli agenti hanno rinvenuto, in un ex vivaio di Stornarella, nel Foggiano, un vero e proprio deposito con auto e mezzi pesanti risultati rubati, tra cui una pala meccanica. Nel capannone anche armi da fuoco, anche da guerra, e relativo munizionamento, ma anche giubbotti antiproiettile e utensili per forzare i veicoli portavalori. Rinvenute anche piante di marijuana in infiorescenza ed essiccazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento