Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Spaccarono le vetrine e fuggirono coi gioielli: tre condanne per l'assalto al centro commerciale di Santa Caterina

Condannati i pregiudicati brindisini Davide Piliego (27 anni), Raffaele Iaia (24 anni) e l'incensurato 21enne Emanuele Taurisano, tutti processati con rito abbreviato. Il colpo avvenne il 7 giugno dello scorso anno

Tre condanne a pene comprese tra i 5 anni e 10 mesi e 5 anni e 4 mesi di reclusione sono state inflitte ad altrettanti giovani accusati di aver assaltato una gioielleria del centro commerciale Mongolfiera di Santa Caterina, a Bari, il 7 giugno del 2018. La sentenza è stata emessa dal gup del Tribunale del capoluogo pugliese, Giovanni Abbattista: condannati i pregiudicati brindisini Davide Piliego (27 anni), Raffaele Iaia (24 anni) e l'incensurato 21enne Emanuele Taurisano, tutti processati con rito abbreviato e ritenuti responsabili dei reati di concorso in rapina aggravata e ricettazione dell’auto con cui avevano realizzato il colpo, risultata rubata un mese prima.

Le immagini della rapina: martelli per spaccare le vetrine

In base a una ricostruzione dei Carabinieri, coordinati dal pm di Bari, Larissa Catella, i tre, assieme a un complice non identificato, assaltarono il centro commerciale indossando passamontagna tute da lavoro bianche e, armati di martello, infransero le vetrine costringendo la commessa del negozio a rimanere ferma in un angolo. Il colpo, immortalato dalle telecamere di sicurezza del centro commerciale, fruttò un bottino di 60mila euro. I tre vennero arrestati lo scorso febbraio anche utilizzando le tracce di dna estrapolate dall'auto utilizzata per fuggire, rinvenuta in campagna poco dopo l'assalto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccarono le vetrine e fuggirono coi gioielli: tre condanne per l'assalto al centro commerciale di Santa Caterina

BariToday è in caricamento