Cronaca Bari Vecchia

Rapinarono laboratorio orafo picchiando l'anziano titolare: arrestati

Il colpo a dicembre scorso in un negozio del centro storico. In manette un 34enne sorvegliato speciale barese e la sua complice, una 21enne incensurata. Dopo aver pestato l'uomo, i due fuggirono portando via gioielli per 20mila euro

Calci e pugni all'anziano titolare del laboratorio orafo, che, a causa dei suoi problemi di salute, non riusciva a sdraiarsi sul pavimento come ordinato dai rapinatori. Un colpo, quello messo a segno il 13 dicembre scorso in un'attività del centro storico, che aveva scosso i residenti proprio per la brutalità mostrata dai malviventi.

A distanza di due mesi i carabinieri hanno arrestato due dei presunti autori di quella rapina: un 34enne sorvegliato speciale barese e una 21enne incensurata del quartiere Japigia, accusati di rapina aggravata in concorso, detenzione e porto abusivo di armi e violazione degli obblighi (per il 34enne).

LA RAPINA - La sera del 13 dicembre scorso, la donna, a viso scoperto, fingendosi una cliente, si era fatta aprire la porta di ingresso dell’oreficeria. Anziché entrare però, avevato spalancato la porta per lasciare entrare tre soggetti armati di pistola e con il volto coperto. Mentre il primo, impugnando l’arma, intimava ai presenti di sdraiarsi a terra, il secondo - che poi colpì con calci e pugni l’anziano signore solo perché riusciva ad adagiarsi sul pavimento - si occupava di vigilare sui presenti. Il terzo, infine, svuotava le vetrine. In pochi minuti, dopo essersi impossessati di 20mila euro in gioielli, i malfattori si dileguarono per le vie circostanti.

Le indagini dei carabinieri, partite dalle descrizioni dei rapinatori fornite dai testimoni, hanno quindi portato all’identificazione dell’uomo che avrebbe picchiato il 71enne e della ragazza che, bussando alla porta, ha consentito ai malfattori di entrare  nell'oreficeria. Il 35enne è stato associato presso la casa circondariale di Bari, mentre la donna è stata collocata ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinarono laboratorio orafo picchiando l'anziano titolare: arrestati

BariToday è in caricamento