Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Libertà / Via Napoli, 286

Rapina in via Napoli: cliente e cassiere reagiscono, rapinatore muore per un malore

La rapina in via Napoli. Luigi Abbantuono è stato immobilizzato da un dipendente e da un cliente. Poco dopo l'arrivo dei carabinieri, che dopo aver ammanettato il ladro si sono accorti non dava più segni di vita. Il padre: "Era un cocainomane, andava aiutato"

E' finita con il morto una rapina che si è verificata questa mattina in via Napoli. Poco prima delle 9.30, Luigi Abbatantuono, classe 1977, di Bari, si è introdotto nella filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, al civico 286 della via del quartiere Libertà.

Con il volto in parte camuffato da un cappello e occhiali da sole, e con in mano un cacciavite e un altro oggetto che ha indicato ai presenti come un ordigno, l'uomo ha minacciato i clienti e il cassiere della banca con l'obiettivo di farsi consegnare l'incasso.

Dopo gli iniziali attimi di panico, un cassiere e un cliente - secondo le prime informazioni raccolte, un agente del Corpo forestale in borghese - hanno però reagito al tentativo di rapina ed hanno fermato l'uomo, chiamando immediatamente i carabinieri. Giunti sul posto e ammanettato l'uomo, i militari si sono però accorti che Abbatantuono - separato, padre di tre figli - non dava più segni di vita. Sul posto è stata immediatamente chiamata un'ambulanza del 118. I soccorsi però non hanno potuto far altro che accertare il decesso dell'uomo. Al momento l'ipotesi più accreditata è quella del malore. I carabinieri stanno comunque cercando di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto, acquisendo anche le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso della banca.

Sul posto sono giunti anche i familiari di Abbatantuono. "Luigi era un cocainomane - ha detto il padre Vito ai cronisti presenti - Noi in questi giorni abbiamo chiesto diverse volte aiuto al 113 e ai carabinieri perché stava dando fastidio, non era lui. Era un ragazzo che andava aiutato, non abbandonato". "Ci risulta sia stato ricoverato una notte di queste e nessuno - ha detto l'uomo - ci ha avvisato: lo hanno portato via i carabinieri mentre sbatteva la testa contro un muro. Noi abbiamo chiesto aiuto, non solo io ma anche altra gente. Purtroppo, oggi c'è tutta questa gente qui perché c'è il morto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in via Napoli: cliente e cassiere reagiscono, rapinatore muore per un malore

BariToday è in caricamento