Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Rapinano un panificio, incastrati da un tatuaggio: due in manette

L'episodio a Molfetta: i carabinieri sono riusciti a risalire ai due presunti responsabili grazie al disegno di una lucertola tatuato sul collo di uno di loro

La felpa indossata da uno dei rapinatori e la pistola sequestrate

Armati di pistola, volto coperto da maschera e cappuccio, hanno fatto irruzione in un panificio in pieno centro a Molfetta, facendosi consegnare l'incasso di circa 100 euro. Poi si sono dileguati.

In breve tempo, però, i carabinieri, intervenuti sul posto, sono riusciti ad identificare i due presunti responsabili del colpo: si tratta di un 28enne e di un 22enne del luogo.

Esaminando le immagini riprese dalle telecamere di sicurezza dell’esercizio commerciale, i militari sono riusciti ad identificare inizialmente uno dei due rapinatori, grazie ad un tatuaggio raffigurante una lucertola sul lato destro del collo, e poi anche il complice.

Le successive perquisizioni domiciliari hanno consentito ai carabinieri di rinvenire e sottoporre a sequestro una pistola modificata priva di tappo rosso, gli indumenti indossati dai due per commettere il colpo e l’intera refurtiva, restituita all’avente diritto. Tratti in arresto i due, su disposizione della procura della Repubblica di Trani, sono stati rinchiusi nel carcere di Trani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano un panificio, incastrati da un tatuaggio: due in manette

BariToday è in caricamento