Assalto armato a furgone portavalori sull'A14, scoperto il covo della banda: refurtiva recuperata, due arresti

In un garage alla periferia di Noci, ritrovate tre auto rubate, tra cui due suv, e il carico di monete trafugate nell'assalto avvenuto lunedì mattina nei pressi di Sannicandro. Bloccati due presunti responsabili della banda

Un anonimo garage alla periferia di Noci trasformato nel covo in cui nascondere auto e attrezzature utilizzate dalla banda, e il bottino di quasi 80mila euro, frutto dell'assalto armato ad un furgone portavalori Ivri avvenuto lunedì mattina sull'A14, all'altezza di Sannicandro. A scoprirlo, al termine delle intense indagini avviate subito dopo il colpo, sono stati i carabinieri del Comando Provinciale di Bari.  

Nel covo auto rubate, taniche di benzina e il bottino

Nel corso delle ricerche, già nella stessa mattinata di ieri i carabinieri hanno individuato il garage, opportunamente chiuso dall’esterno da un robusto lucchetto corazzato. Attraverso una feritoia, i carabinieri hanno così riscontrato la presenza di tre autovetture di grossa cilindrata, di cui 2 Suv di colore grigio, del tutto simili a quelli descritti dalle guardie giurate sequestrate e poi rilasciate durante l'assalto. In pochi minuti i carabinieri hanno così rintracciato il locatario del deposito, un 49enne incensurato di Castellana Grotte, che invitato a recarsi sul posto ha però detto di trovarsi molto lontano. Così i militari, alla presenza del proprietario del locale, sono comunque entrati nel garage, trovandosi così davanti alla base della banda dei rapinatori che aveva operato a Sannicandro di Bari poco meno di tre ore prima. Sul posto sono stati rinvenuti e sequestrato un Suv Alfa Romeo Stelvio di colore grigio, un Suv Audi Sq5 grigio, una Alfa Romeo Giulia, e ancora un dispositivo jammer dotato di 16 antenne, 22 cartucce cal. 7,65MM, 5 bottiglie incendiari da 500ml in plastica contenenti benzina, targhe contraffatte o clonate, due radioline, 4 rotoli di pellicola oscurante per vetri auto, 17 antenne gps di riserva per jammer, quattro taniche in plastica piene di benzina, due giubbotti antiproiettile (sottratti alle guardie giurate la mattina stessa), una borsa con attrezzi da offficina e un flex. Recuperata anche la quasi totalità della refurtiva, ovvero 80.990 euro in monete di vario taglio (su un totale di 81.155 euro), che è stata restituita alla società Ivri.

Gli arresti

Il 49enne locatario del garage è stato poi individuato nel primo pomeriggio presso il proprio domicilio di Castellana Grotte. Non ha saputo fornire giustificazioni credibili circa la sua mancata presentazione al garage di Noci nella mattinata, ed è stata così effettuata una perquisizione personale e domiciliare. Proprio in questa fase, è giunto nei pressi dell'abitazione un 46enne di Conversano, noto alle Forze dell’Ordine per i numerosi precedenti di polizia relativi ad importanti reati predatori. L’uomo, alla vista delle vetture dei militari fermi nel vialetto, ha tentato un’inversione di marcia per allontanarsi, ma è stato immediatamente identificato. Nel corso delle perquisizioni personali eseguite sul conto di entrambi, oltre ad ulteriore materiale documentale da sviluppare successivamente, è stata rinvenuta, in possesso di ciascuno dei due, una copia delle chiavi di apertura del lucchetto corazzato che consente l’ingresso alla porticina del garage – covo della periferia di Noci. In tale contesto, sulla base degli elementi investigativi complessivamente raccolti, i due sono arrestati in quanto contestati loro i reati di rapina aggravata in concorso, sequestro di persona, detenzione abusiva di armi, ricettazione, riciclaggio, installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche, detenzione illecita di armi comuni da sparo.

Potrebbe interessarti

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

Torna su
BariToday è in caricamento