Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Rapina nel sottopasso, calci e pugni alla vittima che si rifiuta di consegnare i soldi: presi i due aggressori

L'episodio lo scorso 17 luglio nella stazione ferroviaria di Barletta: in carcere sono finiti due pregiudicati di 39 e 35 anni. Il ragazzo aggredito, che aspettava il treno per tornare a casa, riportò una prognosi di 15 giorni

Avvicinato nel sottopasso ferroviario, mentre aspettava il treno per tornare a casa, picchiato con calci e pugni dopo aver rifiutato di consegnare i soldi che aveva con sè. Vittima dell'episodio, avvenuto la notte dello scorso 17 luglio nel sottopassaggio che conduce dalla stazione Ferroviaria di Barletta al binario della Bari-nord, un giovane andriese che in seguito all'aggressione riportò una prognosi di 15 giorni.

Per il fatto, la polizia ha arrestato due pregiudicati di 39 e 35 anni, accusati di rapina aggravata e lesioni personali. Subito dopo l’accaduto, i poliziotti della Squadra Volante del Commissariato di Barletta si sono messi sulle tracce dei due rapinatori e, dopo aver anche visionato le immagini del sistema di video sorveglianza dello scalo ferroviario, hanno ricostruito gli eventi e sono arrivati all’identificazione dei due presunti responsabili. Rintracciati dai poliziotti, entrambi sono stati condotti in carcere a Trani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina nel sottopasso, calci e pugni alla vittima che si rifiuta di consegnare i soldi: presi i due aggressori

BariToday è in caricamento