Cronaca Murat / Via Principe Amedeo

Rapina in tabaccheria nel rione Libertà, in manette 25enne

Per l'episodio criminoso, avvenuto il 17 febbraio scorso, era già stato arrestato il complice Domenico Abbaticchio

Rapina pluriaggravata e porto abusivo di armi da fuoco in concorso: con queste accuse è finito in manette nei giorni scorsi Giovanni Maurantonio, classe 1992 con precedenti per spaccio e guida senza patente, residente nel quartiere Libertà di Bari. Ad arrestarlo sono stati i poliziotti della "Sezione Falchi" della Squadra Mobile, perché l'uomo sarebbe complice della rapina a mano armata commessa nel rione il 17 febbraio scorso ai danni di una tabaccheria di via Principe Amedeo.

Per quell'episodio venne già arrestato a giugno Domenico Abbaticchio che, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, quella mattina entrò nell'esercizio commerciale armato di pistola e con il volto coperto, intimando il titolare di consegnargli la somma contenuta nella cassa (60 euro). La vittima della rapina aveva anche provato a bloccare uno dei due prima che scappassero, ingaggiando una colluttazione. A tradire i due sono stati alcuni sms inviati ad un loro conoscente minorenne - il 16enne L.D -, nei quali lo invitavano a leggere la notizia della rapina pubblicata sui siti d'informazione online. A questi messaggi il minorenne avrebbe risposto complimentandosi per il reato commesso.

Maurantonio è al momento agli arresti domiciliari nella sua abitazione, mente il 16enne è stato denunciato alla Procura dei Minori per favoreggiamento personale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in tabaccheria nel rione Libertà, in manette 25enne

BariToday è in caricamento