rotate-mobile
Cronaca

Rapina allo Zoo Safari di Fasano, due arresti: in manette 33enne barese

L'episodio lo scorso 20 settembre 2020, quando due persone, a volto coperto e armate di pistola, riuscirono a impossessarsi di parte dell'incasso. I due presunti responsabili individuati dai carabinieri, insieme a terza persona ritenuta complice

Una rapina commessa in pieno giorno, tra la folla. Il colpo, ai danni dello zoo Safari di Fasano, avvenuto il 20 settembre 2020, fruttò la somma di 12.800 euro. 

Per quell'episodio, dopo due anni, i carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di due uomini, un 41enne fasanese e un 33enne della provincia di Bari, Gionathan Manchisi e Roberto Romano, e una misura di obbligo di dimora nei confronti di una 38enne fasanese. I tre indagati sono ritenuti responsabili, in concorso e a vario titolo, dei reati di rapina pluriaggravata e detenzione e porto illegale in luogo pubblico di più armi comuni da sparo. 

Gli accertamenti svolti dagli investigatori hanno consentito di raccogliere "gravi indizi di colpevolezza" a carico dei tre. In particolare, secondo quanto ricostruito, quel giorno i due uomini, travisati e armati di pistola, in pieno giorno e in luogo affollato, dopo essersi presentati presso le casse dello Zoo Safari di Fasano, secondo l'ipotesi accusatoria si sarebbero fatti consegnare dal cassiere un trolley contenente parte dell’incasso della giornata, pari a 12.800 euro circa. Si sarebbero quindi dileguati grazie all’aiuto della donna che li avrebbe fatti salire a bordo della propria autovettura.

I due indagati colpiti dalla misura cautelare in carcere, al termine delle formalità di rito, sono condotti nel penitenziario di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina allo Zoo Safari di Fasano, due arresti: in manette 33enne barese

BariToday è in caricamento