menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenuto ai domiciliari, rapina cinque volte la stessa prostituta: arrestato

Un 27enne di Grumo è finito in carcere con l'accusa di rapina, detenzione e porto abusivo di armi ed evasione: in manette è finito anche un complice, un 24enne di Toritto

Era agli arresti domiciliari, ma ciò non gli avrebbe impedito di mettere a segno cinque rapine, sempre ai danni della stessa prostituta. Con questa accusa è finito in carcere un 27enne di Grumo Appula, che dovrà rispondere delle accuse di evasione, rapina e detenzione e porto abusivo di armi.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, il 27enne, tra luglio e agosto scorsi, avrebbe rapinato per ben cinque volte la stessa donna, una 40enne sudamericana, lungo la statale 96 in località Auricarro, a Palo del Colle. A far partire le indagini sono state le denunce presentate dalla vittima. A tradire il 27enne è stato un copricapo tipo coppola siciliana, ben descritto dalla donna e trovato dai carabinieri nella sua abitazione, nonché uno dei cinque telefoni cellulare sottratti alla 40enne, anch’esso trovato nella casa del 27enne.

Identificato anche un complice, un 24enne, che in occasione di una delle rapine avrebbe accompagnato il 27enne sul posto con un ciclomotore, sul quale poi sono fuggiti entrambi. Nella sua abitazione i militari hanno rinvenuto un coltello da sub, che risulta essere identico a quello descritto dalla vittima e utilizzato dal 27enne per minacciare la malcapitata in tre dei cinque colpi.

Dopo l’arresto, il 27enne è stato condotto nel carcere di Bari, mentre il 24enne è stato raggiunto dal provvedimento direttamente in carcere, a Lecce, dove era recluso per altra causa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento