Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Murat / Corso Cavour

Accerchiato e derubato dello scooter in pieno centro, individuato il 'branco': due arresti e due denunce

I responsabili sono stati identificati dagli agenti delle Volanti subito dopo la rapina ai danni di un minorenne, pressi dello Scacchi. Ma si erano già resi responsabili di altri episodi per i quali erano stati denunciati

Sono stati individuati dagli agenti delle Volanti subito dopo una rapina ai danni di un minorenne avvenuta ieri pomeriggio, martedì, in corso Cavour, nei pressi dello 'Scacchi'. Ma i quattro erano già finiti "all'attenzione" delle forze dell'ordine anche per altri episodi avvenuti negli ultimi tempi.

Nei guai sono finiti quattro giovani: un 20enne (Angelo De Virgilio, barese disoccupato con diversi precedenti) e un 16enne, arrestati ieri in flagranza di reato per rapina aggravata in concorso, e altri due minorenni, successivamente individuati e denunciati in stato di irreperibilità per gli stessi reati.

L'intervento delle Volanti è scattato dopo una chiamata al 113, fatta da un minorenne che riferiva di essere stato accerchiato da un gruppo di ragazzi nei pressi dello 'Scacchi', e dopo essere stato minacciato, costretto a consegnare loro lo scooter, il casco e le chiavi di casa.

Grazie alla descrizione precisa fornita dalla vittima dei quattro rapinatori e del ciclomotore, gli agenti hanno rintracciato il mezzo poco dopo in corso Cavour, con a bordo due dei quattro 'bulli', subito bloccati e condotti in Questura. A seguito di una perquisizione personale, il maggiorenne è stato trovato in possesso delle chiavi dell’abitazione della vittima. Il ciclomotore, il casco e le chiavi sono state restituite alla vittima. I due rapinatori sono stati condotti in carcere a Bari e presso l’Istituto Penale per i minorenni “Fornelli”, mentre gli altri due ragazzi, individuati ma irreperibili, sono stati denunciati.

Tre ragazzi dello stesso gruppo, tuttavia, erano stati già denunciati di recente dalla polizia per interruzione di pubblico servizio, minacce e molestie, per essersi introdotti indebitamente all’interno del plesso scolastico dell’Istituto Alberghiero “Perotti” di Bari. In tale circostanza, oltre a disturbare le lezioni, avevano minacciato i professori che cercavano di allontanarli.

Inoltre, a fine gennaio, erano stati denunciati per aver minacciato e molestato in Piazza Umberto un ragazzo, rincorso e inseguito fino alla Facoltà di Lingue Straniere in Piazza Cesare Battisti, dove alla fine aveva trovato rifugio e aveva chiamato la Polizia. Il giovane aveva già denunciato il branco per una precedente aggressione a scopo di rapina.

Ulteriori indagini sono tuttavia in corso. Non è escluso infatti che i quattro si siano resi responsabili anche di altri episodi analoghi, sia in centro, nei luoghi più frequentati da ragazzi, sia nei pressi di istituti di istruzione, dove ultimamente sono state segnalate alcune introduzioni abusive da parte di giovani estranei alle stesse strutture, come nel recente caso dell'istituto Panetti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accerchiato e derubato dello scooter in pieno centro, individuato il 'branco': due arresti e due denunce

BariToday è in caricamento