rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca Mungivacca / Via Giuseppe Fanelli

Due rapine in una notte a Bari: in manette due componenti di un commando armato

Fermati due pregiudicati foggiani dopo un'inseguimento. Avevano rapinato un distributore e una pizzeria in via Fanelli. Arrestati in un'abitazione a Ceglie i presunti complici

Due rapine in una notte ai danni di esercizi commerciali a Bari, che hanno portato all'arresto di due pregiudicati di Trinitapoli (Foggia), L.N.M e D.B.A. Il 38enne e il 37enne sono stati fermati dai carabinieri.

Le rapine

Intorno alle 23.30, a bordo di una Fiat Multipla con targa asportata a Margherita di Savoia, avevano prima rapinato il benzinaio Q8 di via Fanelli. Minacciando il personale con due coltelli e una pistola, si erano fatti consegnare l'incasso di circa 1000 euro e 200 pacchetti di sigarette, danneggiando poi arredi e materiale informatico all'interno del bar della stazione di servizio.

Subito dopo, gli stessi malfattori si spostavano all’interno dell'adiacente pizzeria “Ristoo”. Anche qui la richiesta - sotto minaccia armata - di consegnare il denaro a quattro clienti, che frutta circa 2500 euro in contanti. Una delle vittime aveva al seguito l’incasso giornaliero delle propria attività commerciale corrispondente a 2.000 euro in contanti.

L'inseguimento e la perquisizione

Sono poi scattate subito le ricerche da parte dei militari, che hanno permesso a una gazzella del Nucleo Radiomobile di individuare, in Strada Torrebella, la Fiat Multipla con a bordo i due rapinatori, la quale veniva bloccata dopo un inseguimento conclusosi in  via Camillo Rosalba. Sottoposti a perquisizione, sono stati così rinvenuti due coltelli a serramanico, arnesi da scasso e capi di vestiario, sottoposti a sequestro.

Il commando era però costituito da cinque persone in totale. Le successive indagini, volte all’identificazione dei tre complici riusciti a fuggire, portavano, ieri mattina,  i Carabinieri del Nucleo Radiomobile e del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Bari, ad eseguire una perquisizione nella frazione di Ceglie del Campo, nell’abitazione di due italiani (un 18enne e una 37enne) e di un 23enne tunisino. Le operazioni di polizia giudiziaria, supportate anche da un’unità cinofila per la ricerca di armi ed esplosivi del Nucleo CC di Modugno (BA), consentivano di rinvenire e sottoporre a  sequestro: una pistola semiautomatica marca Luger od. 9, cal.22, con matricola abrasa, in ottimo stato d’uso; un fucile automatico modificato marca Franchi ca.12, risultato provento di un furto avvenuto nel 2015 a Modugno (BA); un’arma clandestina monocolpo a pistone cal.8 mm.; 28 cartucce cal. 7.65; 12 cartucce cal.12; un passamontagna di colore verde; due radio portatili, nonché 25 pacchetti di sigarette e altro materiale compatibile alla rapina ai danni del distributore Q8. Per tutti e tre scattavano così le manette per concorso in detenzione illegale di armi clandestine, alterate e relativo munizionamento, nonché per concorso in ricettazione. Il 18enne e il tunisino venivano così portati in carcere a Bari, mentre per la donna si aprivano le porte del carcere di Trani.

Sono in corso indagini per verificare l’eventuale loro diretto coinvolgimento nella rapina ai danni del distributore Q8 e pizzeria Ristoo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rapine in una notte a Bari: in manette due componenti di un commando armato

BariToday è in caricamento