menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il tatuaggio che ha incastrato uno dei due rapinatori

Il tatuaggio che ha incastrato uno dei due rapinatori

Quattro assalti in una settimana, incastrati dalle telecamere: rapinatori in manette

Arrestati due 22enni: almeno quattro i colpi messi a segno ad agosto, a Picone e Carrassi. Determinanti per le indagini le immagini di videosorveglianza degli esercizi commerciali, che hanno permesso ai carabinieri di identificare uno dei due malviventi grazie ad un tatuaggio sul collo

Avrebbero messo a segno almeno quattro rapine, nel giro di una settimana, in altrettanti negozi dei quartieri Picone e Carrassi. Assalti fruttati all'incirca duemila euro, avvenuti tutti nel mese di agosto scorso, tra il 18 e il 25,  e compiuti, sottolineano gli investigatori, "con inaudita sfrontatezza", brandendo un grosso coltello da cucina. 

GLI ARRESTATI - In manette, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica, sono finiti due 22enni baresi, già noti alle forze dell'ordine: Giovanni Monno e Patrizio Ottomano.

VIDEO: I RAPINATORI IN AZIONE

LE INDAGINI - I militari, considerato il modus operandi dei rapinatori, che agivano sempre utilizzando un grosso coltello da cucina, nascondendo il volto con cappellini ed occhiali da sole, hanno fin da subito ipotizzato che gli autori delle rapine fossero gli stessi. La svolta nelle indagini è arrivata grazie alla visione delle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza dei negozi presi di mira, attraverso le quali è stato anche possibile notare che uno dei due banditi aveva un tatuaggio sulla nuca. Da questo elemento, a seguito di ulteriori indagini e verifiche condotte con metodi classici, come il sequestro dei vestiti e del coltello utilizzati durante le rapine, analisi e comparazione delle immagini acquisite dai negozi, i due presunti responsabili sono stati identificati e deferiti all’Autorità Giudiziaria, che ha poi spiccato l’ordinanza notificata l’altra mattina.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento