Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

In dieci anni 80 colpi in banca: rapinatore dovrà scontare condanna a 8 anni

Il 52enne barese Vincenzo Rizzi arrestato dalla polizia in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Bari. L'ultimo colpo nell'aprile 2000, quando era stato arrestato in flagranza

Lunedì sera, a Bari, la polizia ha eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Bari, nei confronti di un 52enne, Vincenzo Rizzi, con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di rapina aggravata.

Il provvedimento definitivo di carcerazione è scaturito dalle indagini avviate dalla Squadra Mobile in relazione a due rapine consumate in altrettante banche di Toritto e di Gioia del Colle a gennaio e ad aprile del 2000, attribuite dall'arrestato, e per le quali l'uomo deve scontare la pena di 2 anni e 4 mesi di reclusione. 

Il 52enne, secondo quanto accertato dalle indagini, dalla fine degli anni 90 e per oltre un decennio ha rapinato oltre 80 istituti di credito tra Puglia e Basilicata. Identico il modus operandi adottato durante i colpi: entrava a volto scoperto,si fingeva un cliente e, dopo aver minacciato gli impiegati armato di coltello, s’impossessava del denaro contenuto nelle casse, allontanandosi poi indisturbato. 

Il 7 aprile del 2000, durante l’ennesima rapina all’agenzia del Credito Italiano di Barletta, il 52enne è stato arrestato in flagranza di reato e, grazie a quanto emerso dalle indagini svolte, è stato condannato alla pena definitiva di 8 anni e nove mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In dieci anni 80 colpi in banca: rapinatore dovrà scontare condanna a 8 anni

BariToday è in caricamento