Cronaca

Settanta rapine in un anno: dieci condanne per la banda che assaltava supermercati e farmacie

Pene comprese fra i 16 anni e otto mesi e i 2 anni e quattro mesi di reclusione: l'organizzazione sarebbe stata capace di mettere a segno fino a tre colpi in un solo giorno

Sono stati riconosciuti responsabili di circa 70 rapine messe a segno fra ottobre 2015 e novembre 2016 a Bari e provincia, ai danni di supermercati, farmacie, tabaccherie e stazioni di servizio. Dieci imputati, al termine del processo con rito abbreviato, sono stati condannati dal gup del Tribunale di Bari, Antonella Cafagna, a pene comprese fra i 16 anni e otto mesi e i 2 anni e quattro mesi di reclusione.

L'organizzazione: fino a tre colpi in un giorno

Capo della presunta organizzazione è stato riconosciuto il pregiudicato 40enne Gaetano Fornarelli, condannato a 14 anni di reclusione per 15 rapine. Condanne pesanti anche per gli altri imputati ritenuti stretti collaboratori di Fornarelli: Francesco Serafino (16 anni e 8 mesi per 43 colpi), Ettore D'ambrosio (11 anni di reclusione), Nicola Gismundo e Bledar Mucaj (9 anni e 8 mesi). E' stata invece assolta l'unica donna imputata, accusata di aver avuto il compito di fare sopralluoghi davanti ai negozi da assaltari e aiutare nella spartizione del bottino fra i componenti della banda. Secondo quanto accertato dalle indagini della polizia, coordinate dal pm Fabio Buquicchio, gli imputati avevano costituito una vera e propria organizzazione per delinquere armata capace di organizzare fino a 3 colpi in un solo giorno. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Settanta rapine in un anno: dieci condanne per la banda che assaltava supermercati e farmacie

BariToday è in caricamento