Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Rapinò gioielleria in pieno centro: identificato 21enne, ricercati i complici

Il colpo lo scorso 3 febbraio nella gioielleria "Trizio". Il giovane è stato incastrato dalle immagini registrate dalle telecamere del negozio

Lo scorso 3 febbraio aveva messo a segno una rapina nella gioielleria "Trizio", in pieno centro a Bari. Dopo mesi di indagini gli agenti della Squadra mobile sono riusciti ad identificare il presunto responsabile, il 21enne barese Vitantonio Perulli, e hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Bari su richiesta della locale Procura della Repubblica. Proseguono invece le indagini per cercare di risalire ai due complici dell'uomo.

 

Il giovane è stato incastrato dalle immagini registrate dalle telecamere della gioielleria, che lo hanno immortalato sia durante un sopralluogo effettuato qualche giorno prima, sia nelle fasi che hanno preceduto l’ingresso dei complici, a volto coperto ed armati di pistola. Il 21enne, infatti, era entrato fingendosi un cliente, si era fatto aprire la porta e l’aveva bloccata con un portaombrelli, impedendone la chiusura, per facilitare così l'ingresso degli altri due malviventi.

Il 21enne era già stato arrestato dalla Squadra Mobile il 7 marzo, in flagranza di reato, per una rapina compiuta nella gioielleria “Loseto” a Madonnella. Il modus operandi utilizzato dai malfattori era stato lo stesso: un primo rapinatore a volto scoperto, simulando di essere un cliente, si era fatto aprire la porta dell’esercizio commerciale, consentendo ai complici armati e travisati di entrare e portare a compimento la rapina. Il 21enne fu bloccato dopo un breve inseguimento, mentre i due complici riuscirono a fuggire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò gioielleria in pieno centro: identificato 21enne, ricercati i complici

BariToday è in caricamento