Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Rapinò tre studi medici in un mese, condannato un 47enne

Vittime del rapinatore seriale una psicologa, un medico di base e una pediatra. L'uomo fissava gli appuntamenti negli ambulatori e si presentava spacciandosi per un ispettore di Polizia. Poi, armato di coltello, minacciava e derubava le sue vittime

Fissava appuntamenti in ambulatori medici preferibilmente gestiti di donne, nel primo o nel tardo pomeriggio, per essere certo che in studio non ci fossero altri pazienti. Si presentava mostrando un falso tesserino da ispettore di Polizia, poi, minacciando le sue vittime con un coltello, le derubava e fuggiva. Con questa strategia il rapinatore seriale avrebbe messo segno tre rapine in meno di un mese, nel periodo tra il 5 ottobre e il 3 novembre 2010, derubando una psicologa, un medico di base e una pediatra.

L'uomo, un pregiudicato 47enne barese, Cosimo Damiano Panza agiva sempre a volto scoperto, e fu proprio la dettagliata descrizione somatica fornita dalle sue vittime a permetterne l'identificazione e l'arresto l'11 novembre scorso, a soli 8 giorni dall'ultima rapina. Oggi Panza è stato  condannato a 7 anni e 6 mesi di reclusione dal gup del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista per i reati di triplice rapina, ricettazione, porto d'armi e contraffazione di documenti.

Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita dopo l'arresto, nell'abitazione dell'uomo furono trovati decine di documenti di identità, tesserini di riconoscimento delle forze dell'ordine, tesserini sanitari, bancomat, carte di credito, carnet di assegni, portafogli, ma anche tre coltelli, due anelli e un paio di orecchini. Secondo la polizia il pregiudicato è riuscito negli ultimi anni a compiere truffe, furti e rapine non solo a Bari ma anche in molti comuni dell'Italia centrale. Oltre a precedenti specifici ha anche condanne a carico per violenza sessuale.

 

(Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinò tre studi medici in un mese, condannato un 47enne

BariToday è in caricamento