Ritorna dopo 40 anni al Santuario di Conversano un antico reliquiario ligneo rubato: "Ritrovato a Pordenone"

La statua - risalente al XVIII secolo - era stata rubata alla fine degli anni '60. Il Comandante del Nucleo carabinieri Tutela del Patrimonio di Udine lo consegnerà il 1 dicembre al direttore del Santuario

Torna a casa, dopo più di 40 anni, il busto reliquiario ligneo raffigurante Sant'Ulpiano, rubato alla fine degli anni '60 dal santurario 'Santa Maria dell'Isola' di Conversano. A recuperare la preziosa statua risalente al XVIII secolo sono stati i militari del Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio culturale di Udine, scoperto durante un evento fieristico tenutosi a gennaio a Pordenone.

Un ritrovamento che trae origine da una serie di controlli su beni d’arte commercializzati nel mercato antiquariale del Friuli Venezia Giulia. Qui un espositore aveva in conto-vendita, a circa 30mila euro, un manufatto ligneo che, vista la chiara origine ecclesiastica, aveva attirato l’attenzione degli investigatori. L’immediata comparazione delle immagini della scultura, con quelle presenti nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Nucleo Tutela del Patrimonio, confermava trattarsi del manufatto rubato a Conversano. Le successive indagini avevano poi identificato chi aveva chiesto all'espositore di vendere la statua, che non era a conoscenza dell'origine del bene e non voleva fosse restituita ai legittimi proprietari (don Leonardo Mastronardi, direttore del Santuario). Restituzione che invece avverrà il primo dicembre prossimo, alle 17.30, all'interno del Santuario, alla presenza di monsignor Giuseppe Favale, vescovo della Diocesi di Conversano – Monopoli e del capitano Lorenzo Pella, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale (TPC) di Udine.

"Questa cerimonia di restituzione - spiegano i militari - testimonia ancora una volta l’importanza dell’opera di sensibilizzazione che le articolazioni di questo Comando quotidianamente compiono con i responsabili degli Uffici Diocesani, anche attraverso la divulgazione, ai Parroci, della pubblicazione 'Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici', realizzata da questo Comando nel 2014 unitamente alla Conferenza Episcopale Italiana. Il documento oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni chiesastici da eventi predatori, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni delle Diocesi che, con grande impegno, stanno conducendo in ordine al proprio patrimonio culturale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia undici nuovi casi: cinque contagi registrati nel Barese, i pazienti positivi salgono a 170

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sette nuovi casi di Coronavirus in Puglia (su oltre 2200 test): tre sono in provincia di Bari

  • Calci e pugni ai poliziotti nel reparto di ortopedia del Policlinico: arrestato 49enne a Bari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento