Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Torre Quetta non sarà gestita dalla società 'Il Veliero': il Consiglio di Stato respinge il ricorso

Non è stata accolta la richiesta contro il provvedimento del Tar Puglia che aveva confermato l'interdittiva antimafia e la revoca delle concessioni per il bar della spiaggia di Pane e pomodoro e dell'intera area di Torre Quetta

Per i giudici del Consiglio di Stato la società 'Il veliero' non può gestire i lidi comunali baresi: è stato rigettato il ricorso contro il provvedimento del Tar Puglia che aveva confermato l'interdittiva antimafia e la revoca delle concessioni per il bar della spiaggia di Pane e pomodoro e dell'intera area di Torre Quetta. 

I giudici, che hanno fissato un'udienza per discutere nel merito la vicenda cautelare il prossimo 27 agosto, ritengono che "invano l'appellante richiama l'interesse pubblico alla fruizione delle strutture a servizio della spiaggia con le opportune misure di sicurezza: in primo luogo, perché di tale interesse il Comune si è già fatto concreto interprete avviando misure per garantire l'ordinata fruizione dei lidi con le regole anti Covid prescritte. In secondo luogo perché ha prevalenza in questa sede l'interesse pubblico e generale a che una società più probabilmente che non contigua ad ambienti mafiosi sia impedita di proseguire attività economiche non solo profittevoli, ma anche direttamente implicanti rapporto con la cittadinanza oltreché contrattuali con amministrazioni locali". All'interno del decreto viene anche ricordato come Nel decreto viene anche ricordato come il "profondo tessuto di rapporti familiari e di cointeressenza economica tra la società ricorrente, la sua titolare ed esponenti di elevato spessore criminale nell'ambito della rete mafiosa operante sul territorio, e come spesso accade particolarmente attratta dal lucroso settore economico della gestione di beni demaniali marittimi". Per il Consiglio di Stato, quindi, "occorre dare prevalenza alla esigenza di prevenzione e cautela avanzata avverso ogni tentativo di infiltrazione mafiosa in settori non solo lucrosi per le mafie ma particolarmente a contatto con i cittadini, come è il caso di stabilimenti o altri servizi balneari su lidi demaniali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Quetta non sarà gestita dalla società 'Il Veliero': il Consiglio di Stato respinge il ricorso

BariToday è in caricamento