menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salta il divieto d'asporto serale e la chiusura dei negozi alle 19: dietrofront del Comune sull'ordinanza Covid

Ad annunciarlo è l'assessore al Commercio di Bari, Carla Palone: "In questo scenario ci è sembrato giusto, quindi, sospendere le restrizioni precedentemente introdotte che limitavano ancor più le attività economiche". Aperti dopo le 18 anche i distributori automatici

Con l'avvio della zona rossa in Puglia, il Comune di Bari fa dietrofront sull'ordinanza restrittiva emanata per evitare assembramenti in città. A comunicarlo è l'assessore al Commercio, Carla Palone, spiegando come "in questo scenario ci è sembrato giusto, quindi, sospendere le restrizioni precedentemente introdotte che limitavano ancor più le attività economiche" scrive in un post sui social.

Saltano i divieti

A partire da oggi, quindi, viene meno il divieto di asporto dopo le 18 nei luoghi della ristorazione in città, per il quale diverse persone erano state multate nella serata di sabato. Rimangono naturalmente attive le restrizioni a livello nazionale, che in zona rossa non permettono l'asporto dopo le 18  "ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3)". I negozi che possono rimanere aperti nonostante la zona rossa (quelli 'di prima necessità', indicati nell'ultimo decreto legge a firma del Governo Draghi), non saranno più costretti ad abbassare le saracinesche dopo le 19, come precedentemente indicato. Via libera poi anche per l'accesso ai distributori automatici dopo le 18. 

"Abbiamo fatto questa scelta perché crediamo che le restrizioni della zona rossa limitino già le occasioni di assembramento e di contagio e ci auguriamo che la responsabilità dei cittadini faccia il resto - assicura l'assessore - Non possiamo penalizzare oltre le attività economiche e, da parte nostra, ci sarà sempre l’intenzione di creare occasioni di apertura. Per quello che ci è consentito cerchiamo di aiutare i negozi aperti e utilizziamo con intelligenza le piccole libertà che ci sono rimaste". L'attenzione però rimarrà alta: "Se ci renderemo conto che questa decisione sarà scambiata dai cittadini per mancanza di controllo o occasione di incontro non esiteremo a tornare sui nostri passi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento