Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Restyling via Sparano, i commercianti: "Non chiudete la strada"

Gli esercenti incontrano i tecnici del Comune. Bergamasco: "Ci hanno assicurato una divisione per lotti del cantiere"

I commercianti di via Sparano sono preoccupati della possibile apertura del cantiere per il restyling della strada. Per questo hanno incontrato il direttore della ripartizione Lavori pubblici, Maurizio Montalto, per ricevere rassicurazioni sulla tempistica e l’esecuzione dei lavori. La scorsa settimana, infatti, la giunta comunale ha presentato il progetto di riqualificazione di via Sparano, disegnato dall’architetto Guendalina Salimeni,  vincitrice del concorso di idee lanciato nel 2007 e per il quale il Comune spese 500mila euro. Per cinque anni e mezzo non si è saputo nulla perché mancavano i soldi per iniziare i lavori. Ora il denaro arriverà dal ministero per le Infrastrutture: quasi 8,5 milioni di euro, di cui oltre quattro destinati al restyling del primo corso pedonale del murattiano. Il timore degli esercenti è che il cantiere sia aperto su tutta la strada. “E’ stata una riunione tecnica, necessaria perché non vogliamo che il cantiere parta senza tenere conto delle nostre esigenze economiche e commerciali”, commenta Cristian Bergamasco, presidente dell’associazione Borgo Murattiano. “Montalto ci ha rassicurato che i lavori saranno svolti per lotti e che comunque sarà assicurato il passeggio sulla strada - continua Bergamasco - . Non sappiamo quando partiranno i lavori, ma abbiamo voluto dare un segnale affinché si considerino anche i commercianti  in questo processo”.

Al momento i soldi del ministero non sono giunti nella casse comunali. Il progetto, già emendato nel 2007, dovrà conoscere altri passaggi prima che diventi esecutivo. “Abbiamo raccolto tremila firme contro la proposta approvata nel 2007 – commenta Mario Ferorelli, presidente della IX circoscrizione -. Con l’architetto Salimeni e l’allora assessore Simonetta Lorusso condividemmo delle modifiche che sembrano essere scomparse”. Secondo Ferorelli i lavori non partiranno prima del 2014: “Andrà così, è pura campagna elettorale - conclude - . Una cosa è certa: su via Sparano non accetteremo progetti non condivisi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling via Sparano, i commercianti: "Non chiudete la strada"

BariToday è in caricamento