Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Murat / Via de Rossi

Dopo l’incendio riapre Napoleat, Emiliano: “Una sfida per Bari”

A settembre il fuoco aveva distrutto buona parte dell'esercizio. Il sindaco: "Importante accogliere chi decide d'investire sul nostro territorio"

Il coraggio di non lasciare quando tutto sembrava perduto. E’ ciò che ha animato Napoleat, il primo fast food con prodotti made in Napoli, che ieri pomeriggio ha deciso di riaprire i battenti dopo la tragica esperienza dell’incendio doloso avvenuto nel settembre scorso.

Per l’occasione anche il primo cittadino Michele Emiliano, che ai giornalisti ha commentato l’evento come una vera e propria “sfida per tutta la città”. “Non solo per il Comune, ma anche per il questore, il prefetto e per tutto il commercio barese – ha sottolineato il sindaco - . Non ci dimentichiamo che quando chiude una saracinesca è un brutto colpo non solo per la singola bottega, ma per tutti i negozi attorno e per lo sviluppo della città nel suo complesso”.

“Con Napoeat abbiamo assistito ad un doppio investimento sulla nostra città, che ora abbiamo il dovere di proteggere e salvaguardare in tutti i modi perché Bari deve continuare ad essere quel luogo dove chiunque abbia idee e talento da mettere a servizio della comunità sia accolto”, ha concluso il sindaco. Che poi si è soffermato ad osservare alcune delle prelibatezze napoletane offerte al pubblico, tra cui la famigerata sfogliatella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l’incendio riapre Napoleat, Emiliano: “Una sfida per Bari”

BariToday è in caricamento