Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Violenza sessuale su 16enne, la Procura chiede il carcere per i due arrestati: spuntano nuove vittime

Il pm Simona Filoni vuole impugnare il provvedimento degli arresti domiciliari. Secondo il fascicolo d'indagine altri minori sarebbero stati avvicinati dai due

Sarà impugnata dalla Procura di Bari la decisione di concedere gli arresti domiciliari alle due persone arrestate con l'accusa di aver violentato per più di un anno una 16enne. Il pm Simona Filoni, che coordina le indagini anche sulla vicenda della 15enne vittima di violenza sessuale al porto di Bari, ha chiesto che entrambi siano messi in carcere, vista "la gravità dei fatti contestati e le esigenze cautelari legate sia al rischio di reiterazione dei reati, sia di inquinamento probatorio".

Il pericolo, secondo il pm, sarebbe reale, visto che gli episodi di violenza sarebbero avvenuti anche ai danni di altri tre minorenni. Dagli atti di indagine emerge infatti che altri ragazzini avrebbero subito le attenzioni dei due arrestati, un 69enne barese e un 45enne di Triggiano. Secondo il fascicolo, il più anziano dei due presunti stupratori avrebbe attirato i minorenni a casa sua per fargli vedere film pornografici, come denunciato anche dalla 16enne.

L'appello di impugnazione del provvedimento sarà proposto nei prossimi giorni, mentre già martedì prossimo si terrà - davanti al giudice che ha emesso l'ordinanza di arresto - gli interrogatori di garanzia dei due presunti stupratori, accusati di violenza sessuale aggravata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale su 16enne, la Procura chiede il carcere per i due arrestati: spuntano nuove vittime

BariToday è in caricamento