Cronaca

Omicidio Marchitelli, Decaro ricorda la vittima innocente di mafia a 18 anni dall'omicidio: "Bari non vuole tornare indietro"

Il primo cittadino ha partecipato alla cerimonia di commemorazione del 15enne barese che rimase ucciso nel 2003 davanti alla pizzeria dove lavorava nel quartiere Carbonara.

"Essere qui oggi a ricordare Gaetano Marchitelli serve anche a spiegare alle nuove generazioni che questa città non vuole tornare indietro". Sono le parole del sindaco di Bari, Antonio Decaro, in occasione del 18esimo anniversario dell'omicidio di Gaetano Marchitelli, il 15enne barese vittima innocente di mafia, ucciso per errore durante un conflitto a fuoco tra gruppi criminali la sera del 2 ottobre 2003, davanti alla pizzeria dove lavorava, nel quartiere Carbonara.

"Bari è una città dove c'è ancora la mafia, non lo dobbiamo nascondere mai - ha aggiunto il primo cittadino - ma rispetto a 18 anni fa è un'altra città, dove i vertici dei clan criminali sono stati decapitati, depotenziati, grazie ad un lavoro straordinario di forze dell'ordine e magistratura". "Purtroppo i criminali ci sono, come abbiamo potuto constatare qualche giorno fa con l'omicidio di San Girolamo - ha concluso il sindaco - però è una città diversa, in cui c'è una comunità che ha preso coscienza, che si è schierata dalla parte delle regole e del rispetto della legge e questo è importante".

Foto di repertorio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Marchitelli, Decaro ricorda la vittima innocente di mafia a 18 anni dall'omicidio: "Bari non vuole tornare indietro"

BariToday è in caricamento