Cronaca

Record di ingressi in Puglia dopo lo sblocco dei viaggi tra regioni: oltre 6mila autosegnalazioni sul sito

I tanti accessi nella giornata (oltre 80mila) avevano mandato in crash il portale di Sanità Puglia. Il governatore Emiliano ha disposto l'obbligo, con ordinanza odierna, di segnalarsi sul portale se si torna in Puglia da altra regione

Sono più di 6mila i pugliesi che sono tornati da fuori regione con le 'aperture' governative attive da oggi. A certificarlo sono i moduli di autosegnalazioni sul portale di Sanità Puglia, che alle 16 registravano quota 6608. Considerevole anche il numero considerevole di accessi (oltre 80mila), che hanno contribuito a mandare il tilt il server, rendendo il sito inaccessibile per diverso tempo.

Con l'ordinanza 245 entrata in vigore oggi, il governatore Emiliano ha imposto la segnalazione per "tutte le persone fisiche che si spostino, si trasferiscano o facciano ingresso in Puglia, da altre regioni o dall’estero, con mezzi di trasporto pubblici o privati". Inoltre viene richiesto di dichiarare il luogo di provenienza ed il Comune in cui soggiornano e conservare per un periodo di trenta giorni l’elenco dei luoghi visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno. Misure che non si applicano però per gli spostamenti derivati da esigenze lavorative, per motivi di salute, per ragioni di assoluta urgenza, nonché al transito e trasporto merci e a tutta la filiera produttiva da e per la Puglia. Solo consigliato, invece, lo scaricamento dell'app 'Immuni'.

"Entriamo oggi in una nuova fase - dichiara il presidente Michele Emiliano - nella quale il senso di responsabilità di ciascuno di noi farà la differenza. Oltre 80mila accessi tutti insieme in poche ore, 6608 moduli già compilati, sono numeri elevatissimi che ci danno l’idea dell’entità degli arrivi da fuori regione. Ma sono anche il segno dello spirito di collaborazione dei pugliesi e dei visitatori nell’ottemperare le disposizioni previste dall’ordinanza ai fini di prevenzione. L’ordinanza è dunque ancora una volta innovativa, perché conferma il metodo dell’autosegnalazione come centrale per la comunicazione alla Regione Puglia delle situazioni di rischio potenziale e si aggiunge un espediente semplice e rispettoso della privacy, quello della annotazione privata dei contatti stretti e dei luoghi visitati durante il soggiorno in Puglia, che diviene rilevante solo in caso di effettiva necessità epidemiologica"”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Record di ingressi in Puglia dopo lo sblocco dei viaggi tra regioni: oltre 6mila autosegnalazioni sul sito

BariToday è in caricamento